Emma di Gurk: differenze tra le versioni

m
Bot: rimuovo template {{categorie qualità}} obsoleto (v. discussione)
m (Bot: inserimento template categorie qualità; modifiche estetiche)
m (Bot: rimuovo template {{categorie qualità}} obsoleto (v. discussione))
 
== Biografia ==
Emma era nata contessa di Zeltschach da una nobile famiglia chiamata Peilenstein nell'attuale [[Kozje|Pilštanj]], in [[Slovenia]], legata all'imperatore [[Enrico II il Santo|Enrico II]]. Lei è stato portato alla corte imperiale di [[Bamberga]] dall'imperatrice [[Cunegonda di Lussemburgo|Cunegonda]].
 
Ha sposato il conte Wilhelm di Friesach e del Sanngau, da cui ha avuto due figli, Hartwig e Wilhelm. Entrambi i suoi figli e suo marito furono assassinati, l'ultimo dei quali, probabilmente in 1036. Emma divenne ricca attraverso l'eredità dopo la morte del marito e dei figli.
 
== Culto ==
[[File: Hemma krška.jpg|thumb|250px|left|Santa Emma, affresco in una chiesa a Nova Cerkev (Slovenia)]]
Dal [[1174]] Hemma è stato sepolto nella cripta della [[cattedrale di Gurk]], di cui lei è stata la fondatrice. È stata beatificata il 21 novembre 1287 e il canonizzato il 5 gennaio 1938 da [[Pio XI]]. La sua festa è il 27 giugno.
 
== Bibliografia ==
* Gabriele Lamberger, ''Hemma von Gurk. Die Heilige von Kärnten, Krain und Steiermark''. Theaterstück, Saarbrücken 1957
* Janos Végh, ''Die heilige Hemma. Zur Ikonographie der Votivtafel von St. Lambrecht'', "Acta Historiae Artium Academiae Scientiarum Hungaricae", XXIV (1978), pp. 123-131 123–131.
* Anton Fritz, ''Das große Hemma-Buch. Hemma von Friesach-Zeltschach, Markgräfin im Sanntal - Stifterin von Gurk und Admont''. Klagenfurt 1980.
* ''Hemma von Gurk'', Catalogo della Mostra tenuta a Strassburg nel 1988 a cura di Peter Günther Tropper, Carinthia, Klagenfurt 1988, ISBN 3-85378-315-5
[[Categoria:Santi austriaci]]
[[Categoria:Santi sloveni]]
{{categorie qualità}}
3 186 107

contributi