Apri il menu principale

Modifiche

m
Bot: Wikipedia:Specificità dei wikilink e modifiche minori
 
==Etimologia==
Il nome originario della zona intorno all'attuale [[Piazza del Plebiscito]] fu addirittura ''Falero'' - come l'antico porto greco che si estendeva fra Santa Lucia e l'odierno Molosiglio - ma non era ancora un quartiere. Alla genesi di questo divenne [[Pizzofalcone]] e con tale nome ci appare in un quadro del [[1766]] raffigurante una mappa dei quartieri di Napoli, visionabile alla [[certosa di San Martino]]. In seguito venne ribattezzato San Ferdinando, dal nome dell'omonima chiesa che fu basilica reale fino alla consacrazione della basilica di [[Basilica di San Francesco di Paola (Napoli)|basilica di San Francesco di Paola]].
 
==Cenni storici==
 
'''Musei'''
* [[Palazzo Zevallos|Galleria di Palazzo Zevallos Stigliano]]<ref>[http://www.palazzozevallos.com Pagina web della Galleria di Palazzo Zevallos Stigliano]</ref>
* [[Museo artistico industriale Filippo Palizzi]]<ref>[http://mai.museum.com/welcome.html Pagina web del Museo artistico industriale Filippo Palizzi]</ref>
* [[Museo civico di Castel Nuovo]]
 
== Attività sportive ==
Nel quartiere hanno sede alcuni dei più importanti circoli nautici napoletani: il [[Circolo del Remo e della Vela Italia]], il [[Reale Yacht Club Canottieri Savoia|Reale circolo canottieri Savoia]] ed il [[Rari Nantes Napoli]] sulla banchina Santa Lucia; il [[Club nautico della vela|Circolo nautico della vela]] all'interno del borgo Marinari; il [[Circolo Canottieri Napoli]] al ''Molosiglio, a fianco al quale sorge anche la sede della sezione napoletana della [[Lega navale italiana]]. Nella darsena, infine, c'è la sezione napoletana di MariVela. A poche decine di metri, presso le scuderie del Palazzo Reale c'è la sede della [[Associazione Polisportiva Partenope|Polisportiva partenope]], con grandi tradizioni nella pallacanestro e nel rugby.
 
Piazza Plebiscito è ogni anno il punto nevralgico della maratona di Napoli, con il villaggio Maratona e le linee di partenza e di arrivo della corsa, che percorre più volte alcune delle strade più importanti del quartiere. Nella piazza si è svolto anche il Concorso internazionale di equitazione "Regione Campania" ed è il tradizionale luogo di svolgimento delle esercitazioni sportive dei corpi militari. In passato nella piazza era anche ubicata la partenza del [[Giro della Campania]] e si sono svolte le partenze e gli arrivi di alcune tappe del [[Giro d'Italia]].
== Monumenti e luoghi di interesse ==
[[File:Brogi, Giacomo (1822-1881) - n. 5688 - Napoli, Piazza S. Ferdinando e Castello S. Elmo - veduta animata.jpg|thumb|Piazza San Ferdinando in una foto del 1880]]
Per tutto il medioevo, per l’asperità dei luoghi, fu sede di romitaggi. In età aragonese la zona fu fortificata, e solo tra il [[XV secolo|XV]] e il [[XVI secolo]], anche per l’attrazione costituita dal [[Palazzo Vicereale]], si popolò di residenze signorili, che oggi, spesso nel loro aspetto ottocentesco, danno il tono alla via Monte di Dio. Sulla destra si incontra la [[Basilica di Santa Maria degli Angeli a Pizzofalcone|chiesa di Santa Maria degli Angeli]], opera del teatino Grimaldi e all'angolo opposto [[palazzo Ciccarelli di Cesavolpe]]. Proseguendo verso la sommità (a destra la discesa del Calascione), si incontrano , [[palazzo Caracciolo di Vietri]], e, sul lato sinistro, il [[palazzo Serra di Cassano]], opera di [[Ferdinando Sanfelice]].
 
In via Egiziaca a Pizzofalcone c'è la [[Chiesa di Santa Maria Egiziaca a Pizzofalcone|chiesa]] omonima ([[1650]]), di [[Cosimo Fanzago]]. Sulla destra, su uno spiazzo da cui si gode di una bella veduta, la [[chiesa dell'Immacolatella a Pizzofalcone]] e il [[palazzo Carafa di Santa Severina]], sede della sezione militare dell’[[Archivio di Stato di Napoli|Archivio di Stato]]. Scendendo per via Solitaria si giunge a [[piazza Plebiscito]] e a Santa Lucia, quartiere creato dall’allargamento della spiaggia con una colmata a mare negli anni post-unitari. Imboccato il [[Chiatamone]] si incontra la [[Chiesa della Concezione al Chiatamone|chiesa della Concezione]] ([[1617]]-[[1627]]) ove sono conservate tele di [[Paolo De Matteis]]. Scendendo su [[via Partenope]], gli alberghi di gusto eclettico e razionalista e la sede della [[Facoltà di Economia]], la cui facciata è un progetto di [[Roberto Pane]].
2 721 531

contributi