Differenze tra le versioni di "Gonzalo di Borbone-Dampierre"

m
WPCleaner v1.37 - Disambigua corretto un collegamento - Olmedo
m (WPCleaner v1.37 - Disambigua corretto un collegamento - Olmedo)
Nel novembre [[1961]] Gonzalo e suo fratello Alfonso, poiché a detta loro il padre stava dilapidando il patrimonio familiare, richiesero ad una corte francese un decreto di interdizione contro di lui<ref>"Trustee to Run Duke's Estate", ''The Times'' (January 25, 1962): 9.</ref>, appoggiati in questo dalla nonna materna [[Vittoria Eugenia di Battenberg]] e da altri membri della famiglia reale spagnola. Nel gennaio [[1962]] la corte sostenne che ci non fossero motivi sufficienti per un'interdizione, ma nominò un amministratore per regolamentare la sua prodigalità e i suoi lussi.
 
Il 28 gennaio [[1983]], a [[Puerto Vallarta]], in [[Messico]], Gonzalo si sposò con cerimonia civile a María del Carmen Harto y Montealegre (23 aprile 1947 - viv.); ottennero il divorzio civile il 18 aprile 1983, prima che l'unione fosse registrata in Spagna. Il 25 giugno 1984, a Madrid, sposò con cerimonia civile María de las Mercedes Licer y García (15 ottobre 1963 - viv.): rinnovarono i loro voti nuziali in una cerimonia religiosa il 30 giugno 1984 a [[Olmedo (Spagna)|Olmedo]], vicino a [[Valladolid]], si separato nel luglio 1985, ottennero il divorzio civile nel 1989 e l'annullamento religioso nel 1994. Il 12 dicembre 1992, a Genova, Gonzalo sposò con cerimonia civile Emanuela Maria Pratolongo (22 marzo 1960 - viv.); il matrimonio religioso si ebbe il 17 settembre 1995, a Roma.
Gonzalo non ebbe figli dai suo matrimoni, ma ebbe una figlia illegittima e riconosciuta da Sandra Lee Landry<ref>Marlene A. Eilers, ''Queen Victoria's Descendants, Companion Volume'' (Falköping, Sweden: Rosvall Royal Books, 2004), 56.</ref>:
* Stefania Michela di Borbone, (19 giugno [[1968]], [[Miami]] - viv.)
185 286

contributi