Differenze tra le versioni di "Binaria a eclisse"

m
link
m (Bot: Aggiungo template {{interprogetto}})
m (link)
In [[astronomia]], una '''binaria ad eclisse''' è una [[stella binaria]] in cui il piano [[orbita]]le delle due [[stella|stelle]] si trova così ben allineato con la linea di vista dell'osservatore che le due componenti mostrano [[eclissi]] reciproche. Se un tale sistema è anche una [[binaria spettroscopica]] e la sua [[parallasse]] è conosciuta, esso può essere analizzato in grande dettaglio.
 
Le binarie ad eclisse sono anche [[stella variabile|stelle variabili]] (e dette quindi '''variabili a eclisse'''), non perché le singole stelle siano variabili, ma a causa delle eclissi. Tra gli esempi più famosi c'è la stella [[Algol (astronomia)|Algol]] (β [[PerseusPerseo (astronomiacostellazione)|Persei]]), chiamata ''la stella del diavolo'' dagli arabi, che con tutta probabilità avevano notato la sua variabilità.
 
La [[curva di luce]] di una binaria ad eclisse è caratterizzata, per alcuni tipi (EA), da estesi intervalli di luminosità praticamente costante, con cadute periodiche di intensità, per altri la luminosità non è mai costante (EB,EW). Se una delle stelle è più grande dell'altra, quest'ultima subirà un'eclisse totale mentre la prima mostrerà un'eclisse anulare.<ref>{{Cita pubblicazione | nome = D. | cognome = Gossman | titolo = Light Curves and Their Secrets | rivista = Sky & Telescope | mese=ottobre| anno = 1989 |pagina= 410}}</ref>
273 464

contributi