Differenze tra le versioni di "Gandharva"

548 byte aggiunti ,  5 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nel ''[[Ṛgveda Saṃhitā]]'' viene citato il ''gandharva'' di nome Viśvāvasu (X, 85, 21-22; "Benefico nei confronti di tutti"), guardiano del ''soma'' celeste.
 
Lo ''Atharvaveda''<ref> (''Atharvaveda'', II, 2.</ref>) sostiene che occorre allontanare il ''Gandharva'' con l'incantesimo.
 
 
Nel ''Taittirīya-Saṃhitā'' (I, 2,9) viene riportato il seguente ''mantra'' che va recitato quando il ''soma'' viene trasportato verso il capanno sacrificale:
{{q|Prosegui, o Signore del mondo verso tutti i luoghi a te destinati. Non permettere che alcun avversario ti trovi, non permettere che ti trovino i ladri, né che il Gandharva Viśvāvasu (''gandʰarvò 'si viśvā́vasur''), ti possa fare del male.|''Taittirīya-Saṃhitā'', I, 2,9. Citato in Margaret Stutley e James Stutley. ''Dizionario dell'Induismo''. Roma, Ubaldini, 1980, p.130}}