Václav Hájek z Libočan: differenze tra le versioni

m
smistamento lavoro sporco e fix vari
(Voce nuova)
 
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
{{Avvisounicode}}
 
{{Bio
|Nome = Václav
 
La sua prima [[religione]] fu quella [[Protestante|cristiana Protestante]], ma in un secondo tempo, nel [[1521]], si convertì al [[Cattolicesimo]].
[[File: Hajek Kronyka.jpg|thumb| upright=1.2| Kronika Česká, 1541 ]]
Il suo nome è rimasto celebre per la sua redazione di una ''Kronika Česká'', edita nel [[1541]], commissionata da alcuni [[nobili]] cattolici, allo scopo di contestare la ''Kronika o založeni zemč české'' (Cronaca sulla fondazione della terra ceca), scritta dall'[[Hussiti|Hussita]] Martin Kuthen e ritenuta troppo indulgente nei confronti della [[borghesia]].
 
Però anche il [[saggio]] di Hajek non venne considerato imparziale da tutti, perché attinse da alcune fonti [[storia|storiche]] fornite dalle stesse autorità che gli avevano affidato l'incarico, e inoltre dopo la pubblicazione della sua opera i documenti delle sue fonti originali diventarono irreperibili.
 
Nonostante il successo riscosso dalla ''Kronika'',Hájek ebbe svariati problemi economici e nel [[1545]] cadde in disgrazia e venne arrestato con l'accusa di disubbidienza religiosa ed eresia e morì otto anni dopo a [[Praga]].<Refref name = single> V. Flajšhans, '' Cronaca ceca. Introduzione '', in '' Enciclopedia dei monasteri cechi ', Praga, 1997, pag. 506. </ref>
 
Dal punto di vista letterario, comunque, la ''Kronika'' di Hájek, si rivelò superiore a tutte le opere dello stesso genere pubblicate fino a quel momento e contribuì all'evoluzione della letteratura ceca.<ref name=Muse>''Le Muse'', De Agostini, Novara, 1965, vol. 5 p. 461</ref>
 
Il suo lavoro si distinse per una marcata <<gioia del raccontare>> e ad una integrazione dei fatti storici con [[racconto|racconti]] raccolti dalla tradizione orale popolare e da riferimenti di autori dell'antichità classica.
 
La sua vasta cronaca della storia ceca coprì il periodo dall'arrivo degli antenati cechi nell'anno [[644]] fino all'incoronazione di [[Sovrani_di_BoemiaSovrani di Boemia|Ferdinando I]] come re di Boemia nel [[1526]].
La ''Kronika'' di Hájek si dimostrò apprezzabile anche [[stile|stilisticamente]], al punto che ispirò non solamente scrittori dell'[[Ottocento]], come [[Josef_Kajetán_TylJosef Kajetán Tyl|Tyl]], paladino del Risorgimento ceco, ma anche autori moderni, quali [[Alois_JirásekAlois Jirásek|Jirásek]].<ref name = Muse />
 
Anche [[Johann Wolfgang von Goethe|Goethe]] completò la sua conoscenza della storia della Boemia con la ''Kronika'' di Hájek. <ref> Johannes Urzidil '' Goethe in Boemia ', Berlino, Darmstadt, Vienna 1962 </ref>
 
== Note ==
1 259 416

contributi