Differenze tra le versioni di "Quercus petraea"

nessun oggetto della modifica
(Ripristino alla versione 76991760 datata 2015-12-06 15:22:18 di 151.62.86.93 tramite popup)
Etichette: Modifica visuale Sequenze di caratteri ripetuti da parte di un nuovo utente o IP
 
{{Tassobox
'''''RICERCA di TECNOLOGIA ='''''
|nome=Rovere
 
|statocons_ref=<ref>{{IUCN|summ=37500}}</ref>
'''LA ROVERE'''
|statocons_versione=iucn2.3
 
|statocons=LR/cd
La rovere e' una quercia semi-caducifoglia di prima grandezza, appartenente alla famiglia delle fagacee. Molto simile
|immagine= [[File:Quercus petraea 06.jpg|230px]]
|didascalia=''[[File:Quercus petraea'' 06.jpg|thumb]]
La '''rovere''' (''Quercus petraea'' <small>(Mattuschka) Liebl. </small>) è una [[quercia]] semi-caducifoglia di prima grandezza, appartenente alla [[Famiglia (tassonomia)|famiglia]] delle [[Fagaceae|Fagacee]]. Molto simile alla [[Farnia]] con cui si ibrida spesso dando origine a degli alberi di difficile determinazione. Presenta una chioma più aperta della Farnia, con rami patenti più dritti.
<!-- CLASSIFICAZIONE -->
|dominio= [[Eukaryota]]
|regno=[[Plantae]]
|sottoregno=
|superdivisione=
|divisione=[[Magnoliophyta]]
|sottodivisione=
|superclasse=
|classe=[[Magnoliopsida]]
|sottoclasse=
|infraclasse=
|superordine=
|ordine=[[Fagales]]
|sottordine=
|infraordine=
|superfamiglia=
|famiglia=[[Fagaceae]]
|sottofamiglia=
|tribù=
|sottotribù=
|genere=[[Quercus]]
|sottogenere=
|specie='''Q. petraea'''
|sottospecie=
<!-- NOMENCLATURA BINOMIALE -->
|biautore=(Mattuschka) Liebl.
|binome=Quercus petraea
|bidata=
<!-- ALTRO -->
|sinonimi?=x
|sinonimi=''Quercus sessiliflora''
|nomicomuni=
|suddivisione=
|suddivisione_testo=
}}
La '''rovere''' (''Quercus petraea'' <small>(Mattuschka) Liebl. </small>) è una [[quercia]] semi-caducifoglia di prima grandezza, appartenente alla [[Famiglia (tassonomia)|famiglia]] delle [[Fagaceae|Fagacee]]. Molto simile alla [[Farnia]] con cui si ibrida spesso dando origine a degli alberi di difficile determinazione. Presenta una chioma più aperta della Farnia, con rami patenti più dritti.
Si differenzia dalla [[roverella]] per le dimensioni del [[fusto]] e per il lato inferiore delle [[foglie]] (glabro) che sono semplici, decidue, di forma ellittica, con margine lobato e 5-8 paia di lobi arrotondati, senza peli. L'apice è ottuso e arrotondato. La ''pagina'' superiore è verde lucido, quella inferiore più pallida.<br />
Il tronco è eretto, robusto e slanciato, ramificato solo nella parte superiore. I rami sono molto nodosi e formano una corona densa, globosa e regolare. I rami giovani non sono pelosi. La sua chioma si espande verso l'alto raggiungendo un'altezza di 30-40 metri in bosco. <br />
 
Il suo areale va dall'Europa centrale a quella nord-orientale, anche se è meno esteso di quello della Farnia. In Italia è presente nelle vallate alpine e pre-alpine e nell'Appennino. In Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia cresce in boschi mesofili la subspecie ''Q. petraea subsp. austrotyrrhenica''. Nei pressi di Umbertide (PG), esiste un bosco di Rovere, di probabile origine artificiale; in Italia sarebbe la specie tipica del piano collinare e montano inferiore (300–1100&nbsp;m), se l'antropizzazione subita dal bosco negli ultimi secoli non avesse introdotto il [[castagno]] al suo posto.
[[File:Chêne 04.jpg|thumb]]
 
Il nome specifico (''petraea'') indicherebbe proprio il fatto che la pianta ama i luoghi pietrosi ben drenati.
 
 
== Altri progetti ==
{{interprogetto|etichetta=rovere|wikt=rovere|commons|wikispecies}}
[[File:Chêne 04.jpg|thumb]]
 
{{Portale|botanica}}
 
Utente anonimo