Differenze tra le versioni di "Storia dell'islam nell'Italia medievale"

 
== Il contesto politico economico ==
[[File:Mappa italia bizantina e longobarda.jpg|thumb|Mappa dell'[[Italia bizantina]] e longobarda.]]
 
Nell'[[VIII secolo]] gli [[emiroemirati arabi|emiri]] [[arabi]], che avevano conquistato già il [[Nordafrica]] e la [[penisola iberica]], ebbero una battuta d'arresto al loro espansionismo con la [[Battaglia di Poitiers (732)]] e rivolsero maggiore attenzione all'Italia. Essi avevano oramai strappato il controllo del [[Mediterraneo]] ai [[bizantini]] e le coste italiane erano facile preda, vi era nonché la strategica opportunità di conquistare [[Roma]].
 
Nell'[[Europa occidentale]] il periodo di instabilità politica e mancanza di risorse, causa e conseguenza della [[caduta dell'Impero romano d'Occidente]], non si era ancora spento; l'[[Impero romano d'Oriente]] subiva i contraccolpi del veloce espansionismo dei secoli passati; gli arabi invece godevano di maggiori disponibilità di risorse provenienti da Oriente. Gli attacchi all'[[Italia meridionale]] seguirono la stessa strategia attuata altrove, con incursioni a scopo di [[saccheggio]] e [[rapimento]] sulle coste e la successiva occupazione o la fondazione di centri costieri da utilizzare per la penetrazione verso l'interno.
144 026

contributi