Apri il menu principale

Modifiche

→‎Storia: Architetto Galeazzo Alessi
Gli storici medievali indicano questo sito come quello di un tempio romano dedicato alla Bona Mater. [[San Pier Damiani]] scrisse come in questo sito si trovava una basilica con le spoglie di [[Rufino di Assisi|san Rufino]] dal [[412]] e come il vescovo [[Ugone]] (XI secolo) fosse in contrasto con il popolo poiché voleva traslarle nell'allora cattedrale di Santa Maria Maggiore, con la vittoria dei cittadini di Assisi.
 
Nella città feudale la chiesa di San Rufino era il fulcro della "cittadella dei canonici" e la fondazione della chiesa attuale risale probabilmente all'VIII secolo. Fu rifatta una prima volta in forme più grandi dallo stesso Ugone, il quale la insignì alla fine del titolo di cattedrale nel [[1036]]. Nel [[1140]] fu avviata una nuova ricostruzione su progetto di Giovanni da Gubbio, che si protrasse per vari decenni. Nel [[1210]] il Comune, che ne utilizzava il sagrato per le riunioni, auspicò un veloce completamento, perché attribuiva all'edificio incompleto la mala sorte che animava le lotte tra le fazioni. Nel [[1228]] si arrivò alla consacrazione dell'altare maggiore, da parte di [[papa Gregorio IX]] e nel [[1253]] fu consacrata l'intera chiesa completata, da parte di [[Innocenzo IV]]. Nel [[1571]] l'interno della cattedrale è stato restauratoristrutturato insu progetto di [[architettura neoclassica|stileGaleazzo neoclassicoAlessi]], assumendo l'attuale conformazione.
 
== Descrizione ==
20

contributi