Differenze tra le versioni di "Organizzazione militare dei Celti"

(template citazione; elimino parametri vuoti; fix parametro isbn; prefisso " pp." ridondante; Spostato ISBN xxxx all'interno template cita)
(sica)
;Traci e Daci:
{{Vedi anche|Esercito dacico}}
Il modo di combattere dei [[Traci]] fu influenzato dai Celti e viceversa in vari modi, come per esempio l'adozione di alcune spade molto lunghe, benché non tutti le usassero: i [[Triballi]] non adottarono l'equipaggiamento dei Celti. Un'altra arma, la [[sica (arma)|sica]], chiamata ''spada tracia''<ref>Z.H. Archibald, ''The Odrysian Kingdom of Thrace: Orpheus Unmasked'', Oxford Monographs on Classical Archaeology 1998, p.203, ISBN 0-19-815047-4,1998.</ref> (il lingua greca Θρακικον ξίφος) benché non sia stata originata da loro, ebbe un uso molto popolare.<ref>Complete Encyclopedia Of Arms & Weapons (Hardcover), ISBN 0-517-48776-4, 1986.</ref> Considerata un'arma tipicamente tracia, l'origine di questa spada proveniva dalla [[cultura di Hallstatt]]<ref>HaA(1200-1000), HaB(1000-800)</ref> ed i Traci potrebbero averla adottata o ereditata.
 
Il popolo celto-germanico dei [[Bastarni]]<ref>Peter Wilcox,Gerry Embleton, ''Rome's enemies: Germanics and Dacians'', 1982, p. 35. ISBN-0850454735</ref> costituivano un'importante reparto dell'[[esercito dacico]]. Alcune armi di tipo celtico furono infatti impiegate da loro, come le lunghe spade o gli scudi rotondi.<ref>Ion Grumeza, ''Dacia: Land of Transylvania, Cornerstone of Ancient Eastern Europe'', 2009, p. 50.</ref> I Celti ebbero un ruolo attivo in [[Dacia (regione storica)|Dacia]]<ref>Ion Grumeza, ''Dacia: Land of Transylvania, Cornerstone of Ancient Eastern Europe'', 2009, p. 88.</ref> ed il popolo celtico degli [[Scordisci]] furono alleati con i [[Daci]].<ref>[[Strabone]], ''Geografia'', VII, 5: "''I Daci usavano spesso gli Scordisci come loro alleati''".</ref>
144 026

contributi