Apri il menu principale

Modifiche

m
Bot: fix citazione web (v. discussione)
==Descrizione==
[[Immagine:Chalcidoidea wings g1.svg|upright=1.4|thumb|left|Venature delle ali di un Calcidoide
<br />'''''Smv''''': vena submarginale o subcostale
<br />'''''Mv''''': vena marginale
<br />'''''Pmv''''': vena postmarginale
<br />'''''Stv''''': vena stigmale o radiale
<br />'''''St''''': stigma
<br />'''''U''''': ''uncus'']]
I Calcidoidi sono insetti di piccole dimensioni, con corpo che raramente supera il centimetro di lunghezza: in genere varia da 0,5&nbsp;mm a 8&nbsp;mm, ma vi sono anche specie con il corpo lungo appena 0,2&nbsp;mm. La pigmentazione mostra spesso colori iridescenti o con riflessi metallici.
 
I Calcidoidi sono tra gli insetti maggiormente utilizzati per il controllo biologico di organismi dannosi. Le specie impiegate rientrano per lo più nelle famiglie degli [[Aphelinidae]] e degli [[Encyrtidae]].
 
Tra gli '''Aphelinidae''' il genere ''[[Encarsia]]'' è tra i [[Parassitoide|parassitoidi]] maggiormente utilizzati. Molte specie si sono dimostrate utilissime nel controllo biologico di [[Aleyrodidae]] (''mosche bianche'') e [[Diaspididae]] (cocciniglie): l<nowiki>'</nowiki>''[[Encarsia perplexa|E. perplexa]]'' nel controllo dell<nowiki>'</nowiki>''[[Aleurocanthus woglumi]]'' nel sud degli [[Stati Uniti d'America|USA]] e nei [[Caraibi]], l<nowiki>'</nowiki>''[[Encarsia smithi|E. smithi]]'' nel controllo dell<nowiki>'</nowiki>''[[Aleurocanthus spiniferus]]'' e l<nowiki>'</nowiki>''[[Encarsia inaron|E. inaron]]'' contro alcuni fitofagi delle [[quercia|querce]] in [[California]]. <br />
L'esempio più conosciuto di specie appartenenti al genere ''Encarsia'' è tuttavia ''[[Encarsia formosa|E. formosa]]'', forse il parassitoide più utilizzato per il controllo biologico in tutto il Mondo. Ha trovato ampio spazio nel controllo dell'[[Trialeurodes vaporariorum|Aleurodide delle serre]] ed è divenuto largamente reperibile anche in commercio. Altri esempi da ricordare sono l<nowiki>'</nowiki>''[[Encarsia berlesei|E. berlesei]]'' utilizzato per controllare la [[Pseudaulacaspis pentagona|Cocciniglia bianca del Pesco]] e l<nowiki>'</nowiki>''[[Encarsia perniciosi|E. perniciosi]]'' contro la [[Quadraspidiotus perniciosus|Cocciniglia di San José]].<br />
Tra gli Aphelinidae sono stati largamente utilizzati anche esemplari dei generi ''[[Eretmocerus]]'' e ''[[Aphytis]]'', questi ultimi specialmente per il controllo dei Diaspididae.
 
Le specie della famiglia '''Encyrtidae''' hanno rappresentato egualmente una risorsa molto importante nei programmi di controllo biologico, specialmente nelle regioni dai climi più caldi dove sono in grado di adattarsi meglio rispetto agli Aphelinidae.
 
Gli interventi di maggior successo si sono ottenuti nella lotta ai danni provocati dalle [[Pseudococcidae|cocciniglie]], tra cui il più recente e fruttuoso esempio è quello dell<nowiki>'</nowiki>''[[Anagyrus lopezi]]'' del [[Sud America]] per il controllo del ''[[Phenacoccus manihoti]]''. Questa cocciniglia fu scoperta per la prima volta in [[Congo]] nel [[1973]] e nella metà degli [[anni 1980|anni ottanta]] è arrivata a coprire quasi l'intera [[Africa|Africa subsahariana]] minacciando di distruggere la principale fonte di [[carboidrati]] di oltre ducecentomila persone. L<nowiki>'</nowiki>''A. lopezi'' fu rilasciato in [[Nigeria]] tra i primi anni del 1980 e la fine del [[1990]] arrivando a controllare completamente l'espansione smisurata del ''P. manihoti''. Il costo totale di questo programma, dal [[1988]], è arrivato a toccare i 15.000 [[dollaro|dollari]] ma le stime compensano la spesa valutando un risparmio di più di 250.000 dollari l'anno per i danni evitati alle piantagioni.
 
Un altro programma di controllo biologico che ha dato grandi risultati ma meno conosciuto è quello dei primi degli anni ottanta che ha previsto l'utilizzo del ''[[Neodusmetia sangwani]]'' per il controllo dell<nowiki>'</nowiki>''[[Antonina graminis]]'' nel sud degli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]]. Con una spesa iniziale di non più 0,2 mila dollari si stima d'aver evitato circa duececentomila dollari annui di danni che avrebbero colpito la foraggicoltura e la zootecnica del [[Texas]]. L<nowiki>'</nowiki>''Antonina graminis'' è oggi sotto controllo dal Texas e la [[Florida]] al sud del [[Brasile]], sin oltre i confini del [[Nuovo Mondo]].
 
==Collegamenti esterni==
*[{{cita web|http://www.scienzemfn.uniroma1.it/faunait/F97.DOC |Comitato Scientifico per la Fauna Italiana - HYMENOPTERA CHALCIDOIDEA]}}
*{{en}}cita [web|http://www.nhm.ac.uk/research-curation/projects/chalcidoids/ |Universal Chalcidoidea Database]|lingua=en}}
*{{en}}cita [web|http://www.sel.barc.usda.gov/hym/chalcid.html |Systematic Entomology Laboratory - Chalcidoids]|lingua=en}}
*{{en}}cita [web|http://www.nhm.ac.uk/jdsml/research-curation/projects/chalcidoids/browseMedia.dsml |Universal Chalcidoidea Database. Browse media. Galleria fotografica comprendente 450 foto di Calcidoidi]|lingua=en}}
 
[[Categoria:Chalcidoidea| ]]
2 584 795

contributi