Differenze tra le versioni di "Galina grisa"

m
Bot: fix citazione web (v. discussione)
m (Bot: fix citazione web (v. discussione))
La '''galina grisa''' o '''galëina grisa''' è il nome che si dà alla questua legata ai riti del [[calendimaggio]] in [[val Tidone]], nelle province di [[Provincia di Pavia|Pavia]] e [[Provincia di Piacenza|Piacenza]].
 
Nel paese di [[Romagnese]] (PV), l'unico che ha conservato un ciclo pasquale nel territorio delle [[quattro province]], si svolge la sera del [[sabato Santo]] e non all'arrivo del maggio, influenzato dall'uso di ''cantar le uova'' nella [[settimana Santa]] sulla collina [[Provincia di Alessandria|alessandrina]], probabilmente deriva dalla sovrapposizione dei due modelli, quello di ''cantar le uova'' e il ''[[carlin di maggio]]'', fondendo significati sacri e profani, prende il curioso nome di ''galina grisa'' dalla strofa di apertura del canto rituale.
 
In altri paesi della val Tidone piacentina come [[Cicogni]]<ref>[http://www.appennino4p.it/cicogni Il maggio di Cicogni (Dove comincia l'Appennino)<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>, [[Pecorara]] e [[Pianello Val Tidone]] si svolge il giorno del primo maggio mantenendo il nome e lo schema della questua.
 
==La questua==
Presto nella sera di sabato i cantori si trovano in paese e si dividono in squadre che battono percorsi diversi dato l'alto numero di frazioni e cascine di Romagnese (una quarantina).
 
Non hanno un abbigliamento particolare ma sono tutte dotate di un cesto (''a cavagna'') per raccogliere i doni, tradizionalmente uova o cibo, oggi anche denaro.
{{Citazione|In co dell'orto gh'è fiorì la rama,<br />dentro dentro questa casa gh'è la gente grama<br />
<br />
Se la padrona non mi da il cocon<br />crapa la ciosa e tüt i so padron<br />}}
 
==Il canto==
<br />In co de l'orto gh'è fiorì la vessa,<br />dentro dentro questa casa c'è la mia belessa (bis).<br />Met la scala al casinôt,<br />öv dêi zü a vôt a vôt (bis),<br />meta la scala a la cascina,<br />öv dêi zü a la ventina (bis),<br />
<br />La luna, la luna cavalca i monti<br />questa l'è l'ora di fare i conti...<br />e una micca e una rubiöla<br />la farìzam föra (bis)!<br />
<br />E ch'la ma scüza sciura padrona<br />sa l'um cantà da spresia (bis),<br />la cantrum mei da vegn indré<br />suta la sua finestra (bis).<br />}}
 
==Note==
 
==Discografia==
*[[1984]] - ''Musa di pelle, pinfio di legno nero...'' [[Baraban]] -- ACB—ACB
*[[1989]] - ''Canti e musiche popolari dell'Appennino pavese. I canti rituali, i balli, il piffero'', a cura di Aurelio Citelli e Giuliano Grasso -- ACBGrasso—ACB
*[[2005]] - ''La galena grisa'' Voci di confine
*[[2008]] - ''E l'è arrivà il mese d'aprile'' Cori spontanei dell'Appennino piacentino -- Soprippiacentino—Soprip
 
==Voci correlate==
 
==Collegamenti esterni==
*[{{cita web|http://www.appennino4p.it/maggio.htm |Dove comincia l'Appennino - La galina grisa]}}
*[{{cita web|http://www.pianellovaltidone.net/eventi/fiere-e-sagre/festa-dla-galeina-grisa |Festa d'la Galeina Grisa - Pianello Val Tidone]}}
 
{{Portale|Emilia|Lombardia}}
2 822 664

contributi