Differenze tra le versioni di "Kurt Ahrens"

m
Bot: fix citazione web (v. discussione)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
m (Bot: fix citazione web (v. discussione))
Figlio di Kurt Ahrens, anch'esso pilota, scelse il nome del padre quale pseudonimo nel mondo delle corse. Ahrens iunior iniziò la sua carriera motoristica nel [[1958]] in [[Formula 3]], vinse il titolo tedesco di [[Formula Junior]] nel [[1961]] e nel [[1963]]. Passò poi in [[Formula 2]], gareggiando anche nell'occasione in cui [[Jim Clark]] morì al [[Hockenheimring]] nel [[1968]].
 
Il pilota tedesco corse anche con le vetture sport della [[Porsche]], vincendo con [[Jo Siffert]] l'edizione [[1969]] della 1000  km d'Austria. L'anno seguente con [[Vic Elford]] vinse la prestigiosa 1000  km del [[Nürburgring]]. Abbandonò l'attività nel [[1971]].
 
Partecipò a quattro [[Gran Premio di Germania|gran premi di Germania di Formula 1]] sempre al [[Nürburgring]]. Nel [[Campionato Mondiale di Formula 1 1966|1966]], [[Campionato Mondiale di Formula 1 1967|1967]] e [[Campionato Mondiale di Formula 1 1969|1969]] con vetture di [[Formula 2]], che erano ammesse alla gara al fine di rimpinguare il numero di partenti. Nel 1966 e 1969 guidò una [[Brabham]]-[[Cosworth]], giungendo settimo nell'edizione del 1969. Nel 1967 guidò invece una [[Protos]]-[[Cosworth]]. Nel [[Campionato Mondiale di Formula 1 1968|1968]] utilizzò una [[Brabham]]-[[Repco]] di [[Formula 1]], giungendo dodicesimo.
 
==Collegamenti esterni==
*{{de}}cita [web|http://ahrens24.de/ |Sito ufficiale]|lingua=de}}
 
{{Portale|biografie|Formula 1}}
2 992 420

contributi