Differenze tra le versioni di "Raï"

23 byte aggiunti ,  5 anni fa
m
Bot: fix citazione web (v. discussione)
m (→‎Collegamenti esterni: Bot: +controllo di autorità)
m (Bot: fix citazione web (v. discussione))
{{S|generi musicali|Algeria}}
{{tmp|genere musicale}}
Il '''raï''' è il genere musicale tradizionale dell'[[Algeria]], questo genere musicale è apparso all'inizio del XX sec. in particolare riconducibile alla città di [[Orano]]; la sua origine e le sue trasformazioni sono sempre state dovute all'incontro di diverse culture.
 
La parola ''raï'' significa "opinione", "avviso" o "punto di vista". Si diffuse nell'epoca in cui il cheikh (maestro), poeta di tradizione ''melhoun'', prodigò saggezza e consigli sotto forma di poesie cantate nel dialetto locale. Tuttavia, nel contesto della nenia popolare, il cantante si lamenta del proprio malumore, incolpando esclusivamente se stesso. E più esattamente si indirizza alla sua propria facoltà di giudizio, al suo raï, che cede ai sentimenti e che l'ha condotto a prendere le sue cattive decisioni.
Dagli anni '20 i maestri del ''raï'' tradizionale di Orano Cheikh Khaldi, Cheikh Hamada o Cheikha Remitti, rappresentano la cultura beduina tradizionale. Il loro repertorio è raddoppiato. Il loro registro ufficiale celebra la religione, l'amore e i valori morali, le loro feste dei santi, le loro usanze, i matrimoni e il rito della circoncisione. Il registro irriverente (una scappatoia alle regole della morale islamica) è vietato e cantato essenzialmente nelle souk e nelle taverne. Ballerine e musicisti ambulanti che parlavano dei piaceri di alcol e carnali. Queste due forme sono l'origine del raï moderno.
 
Negli anni '30, si canta il ''wahrani'' adattamento del ''melhoun'' accompagnato all'''aud'',accompagnato dal [[banjo]] o al piano. Questa musica si mescola alle altre influenze musicali arabe, ma anche spagnole, francesi e latino americane. Ed è così che, verso gli anni '50, con [[Cheikha Rimitti]] (Charak gataâ), questa musica si identifica con l'Algeria.
 
Gli strumenti tradizionali del raï(''nay, derbouka'' e ''bendir'') si accordarono alla chitarra elettrica ''wah wah'' come da Mohammed Zargui o della trombetta e del sassofono come Bellemou Messaoud.
 
== Collegamenti esterni ==
* [{{cita web|http://www.rai-algerien.com/ |Raï: Musica dell'Algeria (fr)]}}
* {{fr}}cita [web|http://musique.arabe.over-blog.com/article-14499300.html |Raï - Musique.arabe]|lingua=fr}}
 
{{Controllo di autorità}}
2 992 070

contributi