Sovereign of the Seas (1637): differenze tra le versioni

m
Bot: fix citazione web (v. discussione)
Nessun oggetto della modifica
m (Bot: fix citazione web (v. discussione))
|Viaggio_inaugurale =
|Entrata_in_servizio = 1638
|Ristrutturata = 1651 e ribattezzata ''Sovereign''<br />1685 e ribattezzata ''Royal Sovereign''
|Catturata =
|Nomi_precedenti =
 
La '''''Sovereign of the Seas''''' ("Sovrana dei mari") era una nave da guerra della [[Royal Navy]] voluta dal re [[Carlo I d'Inghilterra]] e rimase in servizio dal [[1638]] al [[1696 (1637)|1696]].
Era la nave più grossa e pesante fino ad allora costruita e fu anche la prima nave della storia munita di cento cannoni.
 
== Costruzione ==
La ''Sovereign of the Seas'' fu varata nei cantieri di [[Woolwich]] il 13 ottobre 1637. Era il secondo vascello a tre ponti (il primo era stato il ''Prince Royal''), benché fosse in realtà ispirata al [[galeone]] ''Revenge'' del [[1577]] l'idea di un ponte interamente dedicato ai cannoni.
 
La ''Sovereign of the Seas'' aveva 118 sabordi ma solo 102 cannoni di bronzo, numero esplicitamente richiesto da Carlo I<ref name="sito dei national Archives">[http://webarchive.nationalarchives.gov.uk/+/http://www.royalnavy.mod.uk/About-the-Royal-Navy/Organisation/Life-in-the-Royal-Navy/History/Historic-Ships/Sovereign-of-the-Seas-1638 sito dei national Archives]</ref>. Nel [[1642]] tale armamento fu ridotto a 90 cannoni.<ref name="Lavery, SoLv1 p163" />.
 
La ''Sovereign of the Seas'' era la nave più riccamente ornata della Royal Navy, completamente ricoperta da poppa a prua da decorazioni scolpite nel legno e ricoperte da foglie d'oro zecchino che risaltavano sul fondo nero, eseguite su disegno di [[Anthony van Dyck]] in stile barocco.
 
La ''Sovereign of the Seas'' non fu costruita tanto in base a considerazioni tattiche, bensì con l'evidente intenzione di affermare il prestigio della corona inglese. Ed il nome era esso stesso un'affermazione politica, il tentativo di far rivivere il preteso antico diritto dei sovrani inglesi di essere riconosciuti "signori dei mari".
Nel [[1685]] la nave venne sottoposta ad una terza ristrutturazione nei [[Chatham Dockyard]], e varata come vascello di prima classe a cento cannoni<ref name="Lavery, SoLv1 p163" />. La polena che fino ad allora rappresentava un cavaliere, fu sostituita con la figura di un leone.
 
Prese parte all'inizio della [[Guerra della Grande Alleanza|Guerra della lega di Augusta]] contro [[Luigi XIV di Francia]] ed in particolare partecipò alle battaglie di Beachy Head ([[1690]]) e della Hougue come ammiraglia, quando era già vecchia di cinquant'anni.
 
In questo periodo fu la prima nave a montare la quarta vela su di un albero e a montare la terza vela sull'albero di mezzana<ref>Age Scheffer, ''Roemruchte jaren van onze vloot'', Baarn 1966, p. 193</ref>.
 
Tuttavia, la ''Sovereign'' cominciò ad avere falle e avarie col passar del tempo durante il regno di [[Guglielmo III d'Inghilterra]]. Mentre era ormai immobilizzata nei cantieri di Chatam, fu bruciata da un incendio fino alla linea di galleggiamento, finendo così ignominiosamente i suoi giorni il 27 gennaio [[1696]]<ref name="Lavery,sito SoLv1dei national p163Archives" /><ref>[http://webarchive.nationalarchives.gov.uk/+/http://www.royalnavy.mod.uk/About-the-Royal-Navy/Organisation/Life-in-the-Royal-Navy/History/Historic-Ships/Sovereign-of-the-Seas-1638 sitoname="Lavery, deiSoLv1 nationalp163" Archives]</ref>.
 
La tradizione marinara ha conservato il suo ricordo e in suo onore varie navi successive sono state battezzate ''Sovereign of the Seas'', ''Royal Sovereign'' e ''Sovereign''.
 
== Collegamenti esterni ==
* [{{cita web|http://webarchive.nationalarchives.gov.uk/+/http://www.royalnavy.mod.uk/About-the-Royal-Navy/Organisation/Life-in-the-Royal-Navy/History/Historic-Ships/Sovereign-of-the-Seas-1638 |sito dei National Archives]}}
 
[[Categoria:Vascelli della Royal Navy]]
3 192 175

contributi