Differenze tra le versioni di "Thomas Moore"

m
Bot: fix citazione web (v. discussione)
m (Fix tmpl)
m (Bot: fix citazione web (v. discussione))
Dopo il trasferimento a Londra, nel [[1799]], tradusse le Odi di Anacreonte ed alcune poesie con lo pseudonimo di Late Thomas Little.
 
Moore è stato molto più di un cantastorie. Ebbe grande successo come intellettuale ed artista nella società londinese, incontrò il Principe di Galles in diverse occasioni e godette, in particolare, del patrocinio dell'aristocratico irlandese [[Francis Rawdon-Hastings|Lord Moira]]. Moore pernottò ripetutamente a casa di Moira a [[Donnington Park]], nel [[Leicestershire]], dove poteva accedere alla sua amplia biblioteca. Collaborò con [[Michael Kelly (tenore)|Michael Kelly]] per mettere in scena ''[[The Gypsy Prince]]'', nel [[1801]], che Moore non considerò mai un successo. Sulla scia del fallimento dell'opera scelse di non scrivere per il teatro per il decennio seguente.
 
=== Nord America ===
 
=== Il duello e il matrimonio ===
Fu dopo il suo rtionrno che pubblicò il suo libro, ''Epistles, Odes, and Other Poems'', che conteneva, tra l'altro, un [[peana]] dedicato allo storico [[Cohoes Cascate]] chiamato ''Lines Written at the Cohos, or Falls of the Mohawk River''. Uno dei temi affrontati più frequentemente dopo il suo ritorno dagli Stati Uniti fu la [[schiavitù]] . Moore criticò in maniera beffarda e feroce gli Stati Uniti il che provocò indignazione in America e portò ad una serie di reazioni pubbliche.<ref>Kelly p.148-149</ref>
 
In Gran Bretagna, una revisione critica del suo lavoro portò Moore a sfidare in duello l'editore [[Francis Jeffrey]]. Si diedero appuntamento a [[Chalk Farm (Londra)|Chalk Farm]] ma il duello fu interrotto dall'arrivo delle autorità e vennero entrambi arrestati. Le testimonianze secondo le quali all'avversario di Moore era stata consegnata per il duello una pistola non carica lo tormentartono per anni e furono anche causa di beffeggio verso di lui.<ref>Kelly p.139-147</ref> Anche Lord Byron provò a sbeffeggiare Moore scrivendo di una "pistola senza piombo" (''leadless pistol'') e di come si era poi scoperto che "i proiettili, così come il coraggio dei duellanti, erano evaporati".<ref>Kelly p.182-183</ref> Moore reagì violentemente allo sbeffeggio e inviò una lettera a Byron in cui affermava che se l'affronto non fosse stato chiarito lo avrebbe sfidato a duello. Tuttavia, Byron aveva lasciato la Gran Bretagna e la lettera non lo raggiunse. Quando i due alla fine si incontrarono risolsero la controversia divenendo poi ottimi amici.<ref>Kelly p.184 & p.204-209</ref>
Tra il [[1808]] e il [[1810]] Moore prese parte ad una serie di spettacoli di beneficenza a [[Kilkenny]] messi in scena da un gruppo di importanti attori irlandesi. Moore apparve spesso in ruoli comici e in commedie come ''The Rivals'', di [[Richard Brinsley Sheridan]], e ''The Castle of Andalusia'', di [[John O'Keeffe]].<ref>Kelly p.170-175</ref>
 
Sposò un'attrice, Elizabeth "Bessy" Dyke, nel [[1811]], che aveva incontrato nel corso di queste messe in scena. Era la figlia di un ufficiale della [[Compagnia britannica delle Indie orientali]] cresciuta con la madre e le sue tre sorelle. Moore inizialmente non aveva detto nulla ai suoi genitori del matrimonio, probabilmente perché la moglie era inglese protestante o forse perché il fatto che ella non avesse alcuna dote non sarebbe stato accettato di buon grado. Moore, infatti, trascorreva una vita dispendiosa e, nonostante le ingenti che gudagnava grazie alle sue pubblicazioni, si trovò presto sommerso dai debiti, una situazione chi si aggravò dopo un'appropriazione indebita di denaro da parte dell'uomo che faceva le sue veci alle Bermuda. Moore divenne responsabile per l'appropiazione indebita di 6000 sterline dopo aver perso una sentenza in una causa contro l'Ammiragliato.
 
=== Melodie irlandesi ===
=== Il ritorno in Gran Bretagna ===
[[File:Thomas Moore, after Thomas Lawrence.jpg|thumb|Thomas Moore in un ritratto di [[Thomas Lawrence]]]]
Dopo il ritorno in Gran Bretagna, Moore pubblicò nuove poesie ma a dispetto di recensioni positive e buoni ritorni economici, restò sempre più disilluso da tale forma letteraria e iniziò a prendere in considerazione l'idea di scrivere romanzi, un genere che stava divenendo sempre più popolare anche grazie al successo di [[Walter Scott]]. Nell'ottobre del [[1825]] riuscì poi a pubblicare ''Memoirs of the Life of Richard Brinsley Sheridan'', dopo nove anni di lavoro, che si rivelò subito molto popolare e che fu pubblicato in diverse edizioni, contribuendo a rinsaldare la reputazione di Moore nell'ambiente letterario.
 
Si stabilì poi a Cottage Sloperton, a [[Bromham]], [[Wiltshire]], e divenne romanziere e biografo in pianta stabile. Nel periodo del [[Reform Act 1832|Reform Act]] fu invitato a presenziare in parlamento, proposta che egli considerò in un primo momento ma che poi non andò in porto.<ref>Kelly p.476-477</ref> Nel [[1829]] fu ritratto da [[Thomas Lawrence]], una delle ultime opere realizzate dall'artista.<ref>Kelly p.477-478</ref> Nel [[1830]] cantò di fronte alla futura [[regina Vittoria]] in un duetto con la madre, e più tardi compose ''Sovereign Woman'' in suo onore.<ref>Kelly p.478</ref>
== Collegamenti esterni ==
{{liberliber|www.liberliber.it/biblioteca/m/moore/index.htm|Thomas Moore}}
* [{{cita web|http://www.treccani.it/enciclopedia/thomas-moore/ |Thomas Moore nell’Enciclopedia Treccani]}}
* {{en}}[cita web|http://en.wikisource.org/wiki/Catholic_Encyclopedia_(1913)/Thomas_Moore |Catholic Encyclopedia (1913)/Thomas Moore - Wikisource]|lingua=en}}
 
{{Controllo di autorità}}
2 824 054

contributi