Differenze tra le versioni di "San Possidonio (Italia)"

ortografia
(clean up, replaced: {{MAR}} → Marocco, {{TUN}} → Tunisia, {{CHN}} → Cina, {{ROU}} → Romania, {{PAK}} → Pakistan, {{IND}} → India, {{POL}} → Polonia, {{NGA}} → Nigeria using AWB)
(ortografia)
}}
'''San Possidonio''' (''San Pusidònî'' in [[dialetto mirandolese]]) è un [[comune italiano]] di {{formatnum:3566}} abitanti<ref name="template divisione amministrativa-abitanti"/> della [[provincia di Modena]], in [[Emilia-Romagna]], situato a nord del capoluogo. Fa parte dei nove comuni dell'[[Unione comuni modenesi Area nord|Unione Comuni Modenesi Area nord]].
 
== Storia ==
[[File:Pós ad petròli ad San Pusidóni.jpg|thumb|left|Pozzo di petrolio a San Possidonio]]
 
Ancora sconosciute sono le origini di questo piccolo paesinopaese situato nella bassa modenese, a pochi chilometri da [[Mirandola]]. I primissimi insediamenti risalirebbero all'[[età del bronzo]]. In età romana era nominato '''Garfaniana''': si trattava di una piccola stazione di comunicazione tra Nord e Sud. Non abbiamo più notizie di Garfaniana fino al [[Medioevo]] quando entra a far parte del [[Regno longobardo]] nel distretto di [[Reggio Emilia]]. È in questo periodo che il vescovo di Reggio, Azzo, ottiene da [[Ludovico II il Giovane|Ludovico II]] le reliquie di [[Possidonio (vescovo)|San Possidonio]], dal quale il paese prese il nome attuale.
 
Dopo il dominio dei Marchesi di Toscana (intorno l'anno 1000), San Possidonio diventa territorio dei [[Pico (famiglia)|Pico]] fino al [[1710]] quando passa sotto la signoria degli [[Estensi]]. Questi concedono a Pietro Tacoli il paesino come Marchesato.
 
== Banca ==
Agli inizi del XX secolo risale la Banca di San Possidonio BSP. Istituto di credito attivo, la Banca di San Possidonio è una società anonima per azioni costituita con rogito notarile il 04/04/4 aprile 1924, depositato e trascritto incancellerianella cancelleria del tribunale civile di Modena il 15/05/ maggio 1925. RisultanoI documenti risultano inoltre regolarmente vidimati dal regio ufficio del registro di Mirandola con marca da bollo da 1 lira in data 27/03/ marzo 1925. La Banca di San Possidonio nei decenni successivi verrà acquisita dalla Banca Modenese - Banco di San Geminiano e San Prospero, (Banco Popolare).
Nei Primi del 900 venne inaugurata la Banca di San Possidonio BSP, istituo di credito attivo
la Banca di San Possidonio è unasocietà anonima per azioni costituita con rogito
notarile il 04/04/1924, depositato e trascritto incancelleria del tribunale civile di Modena il 15/05/1925. Risultano inoltre regolarmente vidimati dal regio ufficio del registro di Mirandola con marca da bollo da 1 lira in data 27/03/1925. La Banca di San Possidonio nei decenni successivi verrà acquisita dalla Banca Modenese - Banco di San Geminiano e San Prospero, (Banco Popolare).
=== Terremoto dell'Emilia del maggio 2012 ===
 
=== Terremoto dell'Emilia del maggio 2012 ===
San Possidonio è stato colpito dai [[terremoti dell'Emilia del 2012]] che hanno causato seri danni e crolli al campanile e alla chiesa. Una forte scossa di assestamento di magnitudo 5.3 è avvenuta il 29 maggio all'interno del suo territorio comunale. Nelle ore immediatamente successive a questa scossa, le protezioni civili delle regioni [[Toscana]] e [[Lazio]] hanno allestito due tendopoli presso la zona artigianale e il campo sportivo per dare ospitalità alle persone con casa inagibile o distrutta. A seguito della chiusura in settembre di questi campi, alla vigilia di Natale sono stati consegnati 75 moduli abitativi provvisori (PMAR), collocati nella nuova via Lazio, laterale di via Federzoni, e nella nuova via Toscana, nella frazione di Forcello. Si tratta della prima fornitura per uno dei comuni terremotati dell'[[Unione comuni modenesi Area nord|area nord]].
 
4 461

contributi