Apri il menu principale

Modifiche

 
== Trama ==
Nel 1881, terminata la guerra di Secessione, il presidente degli Stati Uniti, James Garfield si impegna a ristabilire l'ordine e la legge nel paese, ma soprattutto tenta di affrontare e risolvere i problemi che sono stati all’origine del conflitto. La sua azione viene contrastata da vari gruppi economici e politici e a Dallas, dove il presidente è atteso in visita, un gruppo di notabili guidati dal banchiere Pinkertoncon la complicità dello sceriffo Jefferson organizza un piano per ucciderlo. Scoperti dal vecchio Willer, lo uccidono. Il suo cadavere viene scoperto dal figlio William Willer detto Bill, un texano anomalo che ha combattuto volontario nell’esercito nordista proprio sotto il comando di Garfield. Messosi sulle tracce degli assassini del padre insieme al suo amico ed ex commilitone Jack Donovan, scopre e sventa un primo attentato al presidente ma non riesce a evitarne un secondo. Garfield viene assassinato e l’incolpevole Jack Donovan incarcerato con l’accusa di averlo ucciso. Bill Willer non crede alla versione ufficiale e si mette sulle tracce dei veri responsabili mentre Jack muore durante il trasferimento nelle prigioni di Fort Worth. Alla fine trova e punisce i responsabili nonostante l’azione di disturbo messa in atto da Arthur McDonald (''Warren'' ''Vanders''), un misterioso e ambiguo agente dei servizi segreti. Proprio quest’ultimo, che ha il compito di evitare la diffusione di notizie destinate a turbare l’ordine pubblico, lo convince a consegnargli e quindi a far sparire per sempre i documenti che spiegano le ragioni vere del complotto.
Il film ruota intorno alle vicende del protagonista (interpretato da Giuliano Gemma) che nel Texas cerca, inutilmente, di impedire che il neoeletto presidente statunitense [[James A. Garfield|James Abram Garfield]] venga assassinato a Dallas, e in seguito riesce a vendicare tale assassinio da parte di razzisti del posto. Nella realtà Garfield venne ferito, nell'estate del 1881, in una stazione ferroviaria di [[Washington]], morendo solo dopo due mesi di agonia.
 
== Il vero James Garfield ==
Un Presidente degli Stati Uniti di nome [[James A. Garfield|James Garfield]] è esistito davvero. Non è morto a Dallas ma è stato anche lui assassinato. James Abraham Garfield è stato il ventesimo Presidente degli Stati Uniti d'America. Eletto alla Casa Bianca il [[4 marzo]] [[1881]] ci resta poco più di tre mesi. Il [[2 luglio]] infatti viene ferito gravemente a Elberon, nel [[New Jersey]], dal revolver del disoccupato Charles Guiteau e muore il [[19 settembre]] dopo due mesi di agonia
 
== Collegamenti esterni ==
197

contributi