Modulazione di frequenza: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
m (Bot: fix citazione web (v. discussione))
Nessun oggetto della modifica
La FM consiste nel [[modulazione|modulare]] la [[frequenza]] del segnale radio che si intende utilizzare per la trasmissione (detto [[portante]]) in maniera proporzionale all'ampiezza del segnale che si intende trasmettere (modulante).
 
Rispetto alla [[modulazione di ampiezza]], ha il vantaggio di essere molto meno sensibile ai disturbi e di permettere una trasmissione di miglior qualità. Ha inoltre un'efficienza energetica molto maggiore dato che la potenza del segnale modulato FM è esclusivamente quella della portante, il segnale di informazione cioè non richiede potenza aggiuntiva per essere trasmesso.
 
Il difetto principale è la necessità di circuiti molto più complessi sia per la generazione del segnale da trasmettere che per la sua ricezione. L'attuale tecnologia ha permesso di superare agevolmente tali problematiche, con il risultato che le trasmissioni in modulazione di frequenza sono sempre più usate a discapito di quelle a modulazione di ampiezza, soprattutto in ambito di [[broadcasting]] commerciale.
 
==Teoria==
1 338

contributi