Apri il menu principale

Modifiche

m
apostrofo tipografico
== Biografia ==
===La giovinezza===
Nacque nella Bassa [[Romagna]]. La sua famiglia era tra le più antiche e nobili di Lugo, ed era per tradizione profondamente cattolica. Quando [[papa Pio IX]] effettuò il suo unico viaggio in Romagna (1857), sostò a Lugo presso il palazzo di famiglia. L’intensaL'intensa fede religiosa fu un elemento fortemente caratterizzante tutta la vita dello stesso Gregorio<ref>[http://www.sironieditore.it/sezioni/articolo.php?ID_articolo=443&ID_libro=978-88-518-0040-6 Sironieditore.it: articoli: aiutami, se no divento pazzo<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>.
 
Compì privatamente gli studi liceali; a soli sedici anni ottenne l'iscrizione al corso filosofico-matematico dell'[[Sapienza Università di Roma|Università di Roma]] (1869). L'anno seguente avvenne il crollo dello [[Stato Pontificio]] e Gregorio fu richiamato nella natia Lugo dal padre. Successivamente frequentò i corsi a Bologna, ma dopo solo un anno, nel 1873, si iscrisse alla [[Scuola Normale Superiore]] di [[Pisa]], dove ebbe come docente di [[meccanica razionale]] [[Ernesto Padova]]. Successivamente i due instaurarono un rapporto di fraterna amicizia quando si trovarono a insegnare entrambi all'[[Università di Padova]]. Nel [[1875]] si laureò a [[Pisa]] in Scienze fisiche e matematiche, ottenendo la lode con una tesi sulle [[equazioni differenziali]]<ref>{{Cita libro|autore = Fabio Toscano|titolo = Il genio e il gentiluomo|anno = 2004|editore = Sironi Editore|città = |pp = 136-137}}</ref>. Lungo i suoi spostamenti, fu allievo di matematici del calibro di [[Enrico Betti]], [[Eugenio Beltrami]], [[Ulisse Dini]] e [[Felix Klein]].
1 120 123

contributi