Differenze tra le versioni di "Ars nova"

13 byte aggiunti ,  4 anni fa
m
m (Bot: rimuovo template {{categorie qualità}} obsoleto (v. discussione))
 
Philippe de Vitry nel suo citato ''Ars Nova Musicae'' effettua queste trasformazioni notazionali:
* Viene aggiunta la ''[[Massima (musica)|maxima]]'' come valore superiore alla ''[[longa]]''; poi, come valori inferiori, la ''[[semibrevis]]'' e la ''[[minima]]'';
 
* Viene aggiunta la ''[[maxima]]'' come valore superiore alla ''[[longa]]''; poi, come valori inferiori, la ''[[semibrevis]]'' e la ''[[minima]]'';
 
* La ''brevis'' diventa l'unità di misura di una pulsazione musicale;
 
* Nuova concezione del tempo: se il rapporto tra un valore musicale e un altro era di 3, allora si diceva che il tempo era ''rectum'', o ''perfectum''. Se invece il rapporto era 2, si diceva che il tempo era ''àlterum'', o ''imperfectum'';
 
* Si cominciano a porre all'inizio del brano le chiavi e i modi;