Differenze tra le versioni di "Regno Unito di Libia"

m
apostrofo tipografico
m (apostrofo tipografico)
Come è avvenuto con le altre nazioni africane dopo l'indipendenza, i coloni italiani in Libia ricoprivano molti dei migliori posti di lavoro, le migliori proprietà di terreni agricoli e le maggiori imprese di successo.
 
La monarchia decadde il 1º settembre 1969, quando un gruppo di ufficiali militari guidati da [[Muammar al-Gaddafi]] attuarono un colpo di Stato contro re Idris, mentre egli era in Turchia per delle cure mediche. I rivoluzionari arrestarono il capo di stato maggiore dell’esercitodell'esercito e il capo della sicurezza del regno. Dopo aver saputo del golpe, re Idris lo respinse, definendolo "irrilevante", mentre il principe ereditario [[Hasan al-Senussi]] annunciò il suo sostegno per il nuovo regime.
Dopo il rovesciamento della monarchia, il paese fu ribattezzato [[Libia|Repubblica araba di Libia]].
 
Il Parlamento del Regno era composto da due camere, il Senato e la Camera dei Deputati. Entrambe le camere si aprivano e scioglievano insieme.
 
Il Senato era composto da ventiquattro membri nominati dal Re. Un seggio in Senato era limitato ad un suddito libico di almeno quarant’anniquarant'anni. Il Re nominava il Presidente del Senato, con le elezioni del Senato due vice presidenti, che il Re avrebbe quindi dovuto approvare e nominare. Il Presidente e il Vice Presidente rimanevano in carica tempo determinato per un periodo di due anni. Al termine del mandato, il Re era libero di nominare nuovamente il presidente o sostituirlo con qualcun altro, mentre il vicepresidente doveva venire rieletto. La durata del mandato per un senatore era di otto anni. Un senatore non poteva rimanere in carica per mandati consecutivi, ma sarebbe potuto essere riconfermato in futuro. La metà di tutti i senatori dovevano essere sostituiti ogni quattro anni.
 
I membri della Camera dei Deputati erano eletti a suffragio universale attraverso la modifica costituzionale del 25 aprile 1963,in quanto prima di questa data le donne non avevano diritto al voto. Il numero dei deputati nella camera era determinato sulla base di un rappresentante per una ventina di migliaia di persone. Si tenevano le elezioni ogni quattro anni a meno che il parlamento non fosse stato sciolto in precedenza. I deputati erano responsabili di eleggere un portavoce per la rappresentanza alla camera.
 
== Consiglio dei ministri ==
Il Re era responsabile della nomina e la rimozione dall’incaricodall'incarico del Primo Ministro. Il Re era tenuto anche a nominare i ministri sulla base del parere del Primo Ministro. Il Consiglio dei ministri era responsabile per la direzione della rete interna ed esterna degli affari del paese, e il Consiglio era inoltre responsabile nei confronti della Camera dei Deputati. Una volta che un primo ministro veniva rimosso dalla carica automaticamente causava licenziamento di tutti gli altri ministri.
 
== Suddivisione amministrativa ==
[[File:Province ottomane della Libia.png|thumb|upright=0.7|Le tre province della Libia prima della modifica nel 1963]]
=== Le tre province (1951-1961) ===
Dopo l'indipendenza dall’Italiadall'Italia, il regno era stato organizzato in tre province Cirenaica, Tripolitania e Fezzan, che sono le tre regioni storiche della Libia. L’autonomiaL'autonomia nelle province era esercitata attraverso i governi provinciali e legislature.
 
{| class="wikitable"
1 149 359

contributi