Differenze tra le versioni di "Ordine della Santa Croce"

m (→‎Collegamenti esterni: Bot: fix citazione web (v. discussione))
Grazie a Van Den Wijmelenberg, l'Ordine ricomincia la propria vita e fonda nuovi conventi. I crocigeri ritornano in Belgio, ma la casa generalizia resta nei Paesi Bassi, tentano di stabilirsi anche negli [[Stati Uniti d'America]], ma non riescono.
 
Nel [[XX secolo]], l'Ordine accetta di dirigere le missioni e in varie parti del mondo. I crocigeri partono per [[Repubblica Democratica del Congo|Congo]] e [[Indonesia]]. Si stabiliscono in [[Brasile]] e negli Stati Uniti e aprono case in Germania e in [[Austria]]. La vita nelle missioni non risultò facile, ad esempio, in Congo, nel [[1965]] alcuni ribelli percossero a morte ben 23 crocigeri, per lo più giovani missionari, dopo averli tenuti prigionieri per settimane.
 
I crocigeri ritornano nella [[Vallonia|regione vallone]] del Belgio e fondano un collegio a [[Hannut]]. Giungono anche in [[Italia]], dove stabiliscono, a Roma, la Procura generale e un Collegio Internazionale. Ma anche a Roma, i crocigeri incontrano difficoltà, infatti, il Duce, [[Benito Mussolini]], espropria loro la casa presso il [[Campidoglio]].
Utente anonimo