Differenze tra le versioni di "Programma Buran"

Lo sviluppo del programma Buran iniziò nei primi [[anni 1970|anni settanta]] come risposta al [[programma Space Shuttle]]. Mentre gli ingegneri [[Unione Sovietica|sovietici]] erano orientati verso un veicolo piccolo e leggero con corpo aerodinamico, la leadership militare spinse a favore di una copia dello Shuttle statunitense con [[Ala a delta|ali a delta]] con l'obiettivo di mantenere una sostanziale parità strategica tra le due superpotenze. I politici e i militari sovietici erano infatti convinti che lo shuttle [[Stati Uniti d'America|statunitense]] venisse usato per scopi bellici, quindi lo consideravano una potenziale minaccia agli esili equilibri della [[Guerra fredda]].
 
La costruzione dei primi modelli di prova iniziò nel [[1980]] e nel [[1984]] venne completato il primo modellotester a grandezza naturale [[OK-TVA]]. Il primo [[volo suborbitale]] di un modello in scala venne invece effettuato nel luglio [[1984]]. Successivamente presero il volo altri cinque modelli in scala, che con il [[OK-GLI|modello a grandezza naturale [[OK-GLI|OK-GLI]], effettuarono in tutto 23 voli di prova. Il 15 novembre [[1988]] il [[Buran 1.01]], prima e unica navetta completata, partì da [[Cosmodromo di Bajkonur|Bajkonur]] per il suo unico volo orbitale, senza equipaggio a bordo e durato appena 206 minuti, conclusosi con un perfetto atterraggio automatizzato.
 
Il Buran fu il più costoso e ambizioso programma spaziale dell'Unione Sovietica e si suppone abbia dato un contributo significativo al tracollo economico negli ultimi anni del regime comunista. Si consideri infatti che nel progetto furono impiegate - in modo diretto o indiretto - più di 1 milione di persone in 1286 enti e aziende. Il costo totale del progetto si stima in circa 16,4 miliardi di [[rublo|rubli]].