Differenze tra le versioni di "Equivalente"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  5 anni fa
nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
In generale si può affermare che un equivalente di una specie chimica reagisce sempre con un equivalente di un'altra, dando un equivalente di prodotto ('''legge dell'equivalenza chimica''').
 
Mentre la mole è una quantità definita e costante di materia (corrispondente ad un numero di Avogadro di particelle), l'equivalente è una quantità variabile, definita di volta in volta in funzione della tipologia di [[reazione chimica]] coinvolta. Il numero di equivalenti è comunque sempre un multiplo intero (1, 2, 3, ecc.) delle moli: il coefficiente di proporzionalità è detto ''[[valenza operativa]] (VO)''.
 
L'equivalente chimico è in diretta proporzionalità con le moli considerate per il composto.
338

contributi