Ecto-1: differenze tra le versioni

8 byte aggiunti ,  6 anni fa
nessun oggetto della modifica
(→‎Note: aggiunta categoria)
Nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile
 
==Ecto 1A==
Nel [[1989]], nel sequel ''[[Ghostbusters II - Acchiappafantasmi II|Ghostbusters II]]'', la Ecto-1 si presentò come un'auto molto trasandata, sporca, con la marmitta rotta e senza le coppe delle ruote.<ref name=fonte4>{{cita web|url=http://www.imcdb.org/vehicle_24706-Cadillac-Ambulance-1959.html|titolo=IMCDB}}</ref> Questo era dovuto alla crisi che albergava nella squadra degli acchiappafantasmi, che ormai non si dedicavano più alla cattura di spettri. In seguito al ritorno negli affari, la loro auto viene marcatamente ristilizzata. Sulle portiere compare il nuovo logo, che viene applicato anche sul cofano. Il tetto viene riempito di nuovi elementi, tra i quali lampeggianti multicolore, posti su più livelli uno sopra l'altro, due parabole, una all'altezza del 3/4 posteriore destro e una su quello sinistro, sopra un altro nucleo di lampeggianti, due schermi luminosi che fanno scorrere messaggi pubblicitari, scritta "We believe you - Call JL5-2020" e "Call me" sui parafanghi anteriori, scritta "Call JL5-2020" sui parafanghi posteriori, strisce gialle e nere sulla fiancata e sotto il portellone del bagagliaio, faretti di posizione adiacenti gli specchietti retrovisori, nuovi pneumatici dellasportivi [[BFGoodyear Goodrich]]Polyglas GT e nuove coppe per le ruote.
 
L'auto appare un po' meno rispetto al primo episodio, ma nella parte centrale, nella quale i Ghostbusters sono tornati alla ribalta e si vede la carrellata di immagini che lo celebra, la Ecto si esibisce per la prima volta in alcune manovre limite. La prima, quando la si vede tagliare la strada ad un [[taxi]] mentre cambia repentinamente direzione a sirene spiegate. La seconda, quando passando con semaforo ormai rosso, ingombra l'incrocio prepotentemente e va in [[sottosterzo]]. Successivamente, comparirà solo per portare i protagonisti al museo di arte. In quel pezzo, Egon, osservando la targa, fissa l'immagine della [[Statua della Libertà]] che vi è sopra riportata. Questo ispirerà i 4 alla soluzione finale del film e, stranamente, la Ecto sembra anche in questo caso ritagliarsi un piccolo spazio per la gioia dei suoi estimatori. Particolare quasi impercettibile, nella sequenza nella quale la Ecto arriva sotto casa di Peter, la targa riporta Ecto-2, contrariamente alla targa effettiva che è Ecto-1A. Si tratta di una sorta di scherzo, inserito per i cercatori di curiosità, in riferimento al fatto che nel secondo film la Ecto avrebbe dovuto chiamarsi Ecto-2, e non Ecto 1A.
Utente anonimo