Differenze tra le versioni di "Paata Burchuladze"

Nel [[1981]] conquistò il primo premio al concorso di [[canto (musica)|canto]] ''[[Voci verdiane]]'' di [[Busseto]], e l'anno seguente ottenne la medaglia d'oro e il primo posto nel prestigioso [[Concorso internazionale Čajkovskij]] di [[Mosca (Russia)|Mosca]].
Nel [[1985]] trionfò al concorso ''Luciano Pavarotti'' di [[Filadelfia (Stati Uniti d'America)|Philadelphia]].
A seguito di questi importanti riconoscimenti, iniziò una brillante carriera nei teatri europei e americani: ebbe grande successo al debutto al [[Royal Opera House]], [[Covent Garden]] di Londra nel ruolo di Ramfis in ''[[Aida]]'' nel [[1984]], accanto al [[tenore]] [[Luciano Pavarotti]] (Radamés), [[Katia Ricciarelli]], [[Stefania Toczyska]] ed [[Ingvar Wixell]] diretto da [[Zubin Mehta]], Banquo in [[Macbeth (opera)]] diretto da [[Claudio Abbado]] con [[Ghena Dimitrova]] nel [[1985]] alla [[Teatro alla Scala|Scala]] di Milano eed allail conte di Walter in [[StaatsoperLuisa Miller]] dinel [[Vienna1986]], nellaalla ''[[LuisaStaatsoper]] Millerdi [[Vienna]]'', di nuovo assieme a Pavarotti diretto da [[Anton Guadagno]] con [[Renato Bruson]] e [[Cecilia Gasdia]].
 
La sua prima apparizione alla [[Metropolitan Opera]] di [[New York]] fu come Don Basilio ne ''[[Il barbiere di Siviglia (Rossini)|Il barbiere di Siviglia]]'' nel [[1989]]. [[Herbert von Karajan]], che lo definiva "un secondo [[Feodor Chaliapin|Chaliapin]]", lo volle al [[Festival di Salisburgo]], dove tornò varie volte. Un'altra tappa importante della sua carriera fu l'interpretazione del ''[[Boris Godunov (opera)|Boris Godunov]]'' all'inaugurazione della stagione [[1990]]-[[1991]] del Metropolitan.
Utente anonimo