Differenze tra le versioni di "Sante Monachesi"

→‎Biografia: aggiungo info con fonte.
m (apostrofo tipografico)
(→‎Biografia: aggiungo info con fonte.)
Nel '50 partecipa alla XXV Biennale di Venezia, mentre viene presentata a Parigi alla galleria Silvagni la seconda personale “Le nouvelles Peintures de Monachesi”. nel 1951 è presente alla VI Quadriennale di Roma. Nel 1952 vince il premio del presidente della repubblica al [[Premio Michetti]] a Francavilla a mare <ref name="ReferenceA">[ istituto luce servizio sul premio Michetti]</ref>. Nel 1954 vince il [[Premio Michetti]] <ref name="ReferenceA"/>. E' ancora presente alle Biennali di Venezia del 1954 e del 1956.
 
Dal 1960 è docente alla cattedra di decorazione all'Accademia di Belle Arti di Roma.
 
Nel 1963-64 espone alla mostra ''[[Peintures italiennes d'aujourd'hui]]'', organizzata in [[medio oriente]] e in [[nordafrica]]<ref>{{Cita web|url= http://www.quadriennalediroma.org/arbiq_web/index.php?sezione=mostre&id=37&ricerca=|titolo= Peintures italiennes d'aujourd'hui|sito= www.quadriennalediroma.org|accesso= 28 febbraio 2016}}</ref>.
 
Monachesi sempre interessato alla ricerca, disponibile a nuove avventure estetiche e ispirato dai nuovi materiali plastici realizza negli anni '60 le sculture in gommapiuma ed in polimetilmetacrilato.In sintonia con queste nuove scoperte sulla materia e sulla energia attraverso, anche, la conquista dello spazio e lo sconvolgimento dell'agravitazionalità fonda nel 1964 il movimento “Agravitazionale”e stila il I Manifesto Agra'. Un movimento in cui l'utopia diventa credibile espressione estetica e si concretizza nella levità delle forme con le opere in “Evelpiuma”. Attraverso la scultura in Evelpiuma “Legare e sciogliere” Monachesi crea“L'extra Plastica Agra'dell'epoca Agravitazionale”