Differenze tra le versioni di "Gandalf"

3 551 byte rimossi ,  5 anni fa
 
== Ispirazione ==
forza roma
[[File:Odin disguised as a Traveller.jpg|left|thumb|upright=0.6|''Odino il Vagabondo'', del [[1914]].]]Nella sua biografia su [[John Ronald Reuel Tolkien|Tolkien]], [[Humphrey Carpenter]] descrive un dettaglio importantissimo riguardo a un viaggio dell'autore in [[Svizzera]] nell'estate del [[1911]] nel quale avrebbe preso l'ispirazione del personaggio dopo aver acquistato una cartolina intitolata ''Der Berggeist''<ref name=references>{{cita web
|autore= Beatrice Manganelli
|url = http://www.fantasymagazine.it/notizie/3119/der-berggeist-gandalf-in-vendita/
|titolo = Der Berggeist: Gandalf in vendita
|accesso = 11 maggio 2012
|anno = 2005
|mese = luglio
}}</ref>:
 
{{Citazione|Prima di tornare in [[Inghilterra]], Tolkien acquistò alcune cartoline illustrate, tra cui la riproduzione di un quadro di un artista tedesco, [[Josef Madlener]]. Il suo titolo è ''Der Berggeist'' (''Lo spirito della montagna'') e raffigura un vecchio con una lunga barba bianca seduto su una roccia sotto un pino, con indosso un cappello rotondo a tesa larga e un lungo mantello. [...] Tolkien conservò questa cartolina con ogni cura, e molto tempo dopo scrisse, sul frontespizio della cartellina in cui la conservava, "Ispirazione di Gandalf"}}
 
Il dipinto originale è stato poi aggiudicato presso [[Sotheby's]] a [[Londra]] il 12 luglio [[2005]] per £ 84.000<ref>{{cita web
|url = http://www.sothebys.com/it/catalogues/ecatalogue.html/2005/english-literature-history-l05407#/r=/it/ecat.fhtml.L05407.html+r.m=/it/ecat.lot.L05407.html/423/
|titolo = Prezzo all'asta di De Derggeist presso Sothesby's, Londra
|accesso = 17 maggio 2012}}</ref>. Madlener aveva ceduto il dipinto al proprietario precedente negli [[Anni 1940|anni quaranta]], affermando che le montagne sullo sfondo erano le [[Torri del Vajolet]], sulle [[Dolomiti]]<ref name="zimmerman">{{cita libro
|nome = Manfred
|cognome = Zimmerman
|titolo = The Origin of Gandalf and Josef Madlener
|editore = Mythlore 34
|anno = 198
3}}</ref>.
 
Per quanto riguarda l'origine del nome, "Gandalf" appare in un romanzo fantasy di [[William Morris]] del 1892, ''[[La fonte ai confini del mondo]]''. Il libro di Morris descrive un "viaggio magico" che coinvolge [[elfo|elfi]], nani e umani in un'ambientazione pseudo-[[medioevo|medievale]] che sono conosciute per aver ispirato profondamente Tolkien<ref>{{cita libro
|autore = Hammond and Scull
|titolo = The J. R. R. Tolkien Companion and Guide
|editore = Houghton Mifflin
|pagine = 816
|anno = 2006
}}</ref>.
 
In una lettera del 1946, Tolkien afferma di aver concepito Gandalf come un "Vagabondo odinico"<ref>"Odinic Wanderer". {{Cita|Lettere|no. 107}}</ref>. Altri autori hanno paragonato Gandalf al dio nordico [[Odino]] nella sua forma di Vagabondo, un vecchio uomo con un occhio solo, una lunga barba bianca, un ampio cappello bianco stropicciato, e un bastone<ref>{{Cita libro
|cognome = Burns
|nome = Marjorie
|titolo = Perilous Realms: Celtic and Norse in Tolkien's Middle-earth
|anno = 2005
|editore = University of Toronto Press
|isbn = 0-8020-3806-9
|pagine = 97
}}</ref>. Secondo altri critici<ref>"Gandalf shares many attributes with previous Merlin figures, but he is by no means a carbon copy of previous exemplars." {{cita pubblicazione
|autore = Frank P. Riga
|anno = 2008
|mese = settembre
|titolo = Gandalf and Merlin: J.R.R. Tolkien's Adoption and Transformation of a Literary Tradition
|rivista = MythLore
|lingua = inglese
}}</ref>, Gandalf presenta alcune somiglianze con [[mago Merlino]], personaggio centrale delle [[Re Artù|leggende arturiane]].
 
== Biografia ==
Utente anonimo