Apri il menu principale

Modifiche

→‎Studi: corr. wlink
 
=== Studi ===
All'inizio, d'Alembert frequentò una scuola privata. Il cavaliere Destouches, alla sua morte avvenuta nel [[1726]], gli lasciò un'annualità di 1200 libbre. Sotto l'influenza della famiglia Destouches, all'età di dodici anni d'Alembert entrò nel collegio [[giansenista]] [[Collège des Quatre-Nations|delle Quattro Nazioni]] (detto anche collegio [[Giulio Mazarino|Mazarino]]) dove studiò [[filosofia]], [[diritto]] e belle arti, conseguendo il ''[[baccalauréat]]'' nel [[1735]].
 
Negli anni successivi, d'Alembert derise i princìpi [[René Descartes|cartesiani]] che gli erano stati impartiti dai giansenisti: «premozione fisica, idee innate e i vortici». I giansenisti orientarono d'Alembert verso una carriera ecclesiastica, cercando di dissuaderlo dal perseguire la poesia e la matematica. Tuttavia, la [[teologia]] era per lui «foraggio piuttosto inconsistente». Frequentò la scuola di legge per due anni, diventando avvocato nel [[1738]].