Differenze tra le versioni di "Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale"

Annullata la modifica 79909655 di 82.54.114.194 (discussione)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
(Annullata la modifica 79909655 di 82.54.114.194 (discussione))
=== La MVSN nella seconda guerra mondiale 1940-1943 ===
{{vedi anche|Battaglioni M}}
All'entrata in guerra dell'Italia, il 10 giugno [[1940]], venivano mobilitati circa 220 battaglioni (seguiti poi da altri 81 battaglioni costieri, 51 territoriali e 29 compagnie costiere) della MVSN, nelle varie specialità, ed impiegati su tutti i fronti inquadrati in quattro [[Divisione (unità militare)|divisioni]]: la [[1ª Divisione CC.NN. "23 marzo"]], la [[2ª Divisione CC.NN. "28 ottobre"]], la [[3ª Divisione CC.NN. "21 aprile"]] e la [[4ª Divisione CC.NN. "3 gennaio"]].Tutte le 4 grandi unità al momento della dichiarazione di guerra ernoerano stanziate in Africa Settentrionale. La 1ª la 2ª e la 4ª presero parte alla prima fase della guerra in Libia mentre la 3ª venne smenbrata e i suoi reparti servirono per completare le altre 3 grandi unità.
 
Di tale novero, circa 85.000 uomini erano in forza alla Milizia Artiglieria Contro Aerei, inquadrati in 22 legioni. La [[MILMART|Milizia Artiglieria Marittima]], subordinata alla [[Regia Marina]], si articolava invece su 10 legioni; gli organici erano di eterogenea provenienza: in genere ufficiali artiglieri in congedo ed individui esenti dagli obblighi militari.
6 514

contributi