Differenze tra le versioni di "Kundalini"

1 byte aggiunto ,  3 anni fa
è preferibile utilizzare la d eufonica, come indicato nel manuale di stile.
m (→‎Il serpente: in genere, no punto finale nelle didascalie delle immagini)
(è preferibile utilizzare la d eufonica, come indicato nel manuale di stile.)
 
==Origine del termine e contesti d'uso==
Sebbene la nozione di un corrispettivo dell'energia divina nel corpo umano e delle pratiche relative per gestirla si trovi già espressa e discussa in alcuni testi del ''corpus'' dei ''Bhairava tantra'', quali aad esempio il ''[[Netra Tantra]]'', il ''[[Kubjikāmata Tantra]]'' e il ''[[Vijñānabhairava Tantra]]''<ref>{{Citazione|Il soffio ascendente esce, il soffio discendente entra, di sua propria volontà, in forma sinuosa. La Grande Dea si estende dappertutto, Suprema-Infima, supremo luogo sacro.|''[[Vijñānabhairava Tantra]]'', 152; in ''Vijñānabhairava. La conoscenza del tremendo'', traduzione e commento di Attilia Sironi, introduzione di [[Raniero Gnoli]], Adelphi, 2002.}} "Con l'espressione «forma sinuosa» si allude alla kuṇḍalinī": nota di Raniero Gnoli, p. 119, ''cit.''</ref>, sembra che la prima menzione del termine compaia nel ''[[Tantrasadbhāva]]'', altro testo del medesimo ''corpus'', risalente all'VIII secolo circa.<ref>Così l'indologo [[David Gordon White]]; cfr.: Flood, ''The tantric body'', ''Op. cit.'', p. 160 e segg.</ref>
 
Il passo è citato dal filosofo [[Kashmir|kashmiro]] [[Kṣemarāja]] (X-XI sec.) nel suo commento agli ''[[Śivasūtra]]'':
14 856

contributi