Textus receptus: differenze tra le versioni

m
== Storia del Textus Receptus ==
 
La prima edizione del [[Nuovo Testamento]] greco di [[Erasmo da Rotterdam|Erasmo]] fu preparata in tutta fretta, perché l'editore [[Johann Froben]] vuolevoleva arrivare a stamparlopubblicarla prima della versione greca del Nuovo Testamento preparata in [[Spagna]] come parteall'interno del progetto della [[Bibbia poliglotta complutense]], voluta e finanziata dall'allora [[Arcidiocesi di Toledo|arcivescovo di Toledo]] [[Francisco Jiménez de Cisneros]]. Nella versione di Erasmo finisconofinirono così per abbondare molti errori tipografici. Erasmo mancava inoltre di una copia completa del libro dell'[[Apocalisse]]. Così, per terminare la sua versione, fu costretto a ricostruire il testo mancante utilizzando le citazioni bibliche trovate nei testi dei [[Patristica|Padri Greci]] o ritraducendo in greco i passi tratti dalla [[Vulgata]] latina. Di conseguenza, sebbene il '''textus receptus''' sia classificato dagli studiosi come un tardo testo bizantino, esso differisce in circa 2000 particolari dalla forma standard di quella famiglia testuale, come rappresentata dal [[Testo di maggioranza]] edito da Hodges e Farstad (Wallace 1989). L'edizione di [[Erasmo da Rotterdam|Erasmo]] diventa ben presto un successo commerciale ed è ripubblicata nel [[1519]] con pressoché tutti gli errori tipografici corretti.
 
Erasmo aveva studiato i testi greci del Nuovo Testamento per anni in [[Olanda]], [[Inghilterra]] e [[Svizzera]], notandovi le sue molte varianti. Egli, però, aveva a disposizione a [[Basilea]] solo sei manoscritti greci. Essi risalgono solo al XII secolo o più tardi, e solo uno di essi sembra provenire da una famiglia di testi diversi da quella bizantina. È per questo che la maggior parte degli studiosi moderni considerano questo testo di dubbia qualità.
210

contributi