Jacques-Christophe Naudot: differenze tra le versioni

m (Bot: Migrating 4 interwiki links, now provided by on Wikidata on Q357575; modifiche estetiche)
Come membro di cerchie aristocratiche e di ricchi borghesi Naudot ha beneficiato della protezione di vari [[Mecenatismo|mecenati]]; molte sue opere sono così dedicate ai suoi protettori.
 
Nel 1739, il poeta Denesle (1694 - 1759) lo include nella sua ode ''Syrinx ou l'origine de la flûte'', con [[Michel Blavet]] e Lucas.
 
Nel 1737 si unisce alle [[massoneria|logge massoniche]] di Sainte-Geneviève e Coustos-Villeroy, e sarà brevemente incarcerato con altri tre confratelli durante le persecuzioni del 1740 nella prigione di [[For-l'Évêque]]. Sembra che sia stato attivo in questa loggia perché il 23 mars 1737 viene annotato nei registri della confraternita che "''il fratello Naudot ha proposto il signor de [[Louis-Nicolas Clérambault|Clérambault]] che è stato sottoposto a votazione e ammesso da tutti i fratelli''..."