Differenze tra le versioni di "Michael Collins (film)"

m (Normalizzo genere, replaced: |genere= → |genere =, |genere2= → |genere2 =, |genere3= → |genere3 =, = biografico → = Biografico, = drammatico → = Drammatico, = guerra → = Guerra)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
[[Irish Republican Army|Un gruppo di giovani oppositori]], di cui Michael Collins è il capo militare, [[Guerra d'indipendenza irlandese|compie azioni di resistenza contro il governo inglese in Irlanda]]. A capo della parte politica c'è [[Éamon de Valera|De Valera]], un politico machiavellico, egoista e probabilmente un maniaco-depressivo, che teme più di tutto il potere e la popolarità di Collins. Per queste ragioni, De Valera causa la disastrosa guerra civile che segue l'indipendenza del nuovo stato Irlandese.
 
Dopo alterne fortune e attentati sanguinosi, a cui fanno riscontro reazioni altrettanto cruente, gli Inglesi concedono l'inizio di una trattativa a [[Londra]] a cui viene mandata una delegazione con a capo Collins. Dopo molti e inutili tentativi Collins è costretto ad accettare [[Trattato anglo-irlandese|un accordo con cui si stabilisce il riconoscimento dell'autonomia dell'Irlanda]], però senza l'[[Irlanda del Nord]], rinunciando alla repubblica ma con il giuramento di fedeltà al [[Re d'Inghilterra|re]]. "Pero..peropero...pero perooooo", l'accordo portava all'Irlanda molte più concessioni di quante ne avesse chieste Collins come punti da raggiungere da De Valera, anche se De Valera lo negò per il resto della vita.
 
La fazione facente capo a De Valera in Parlamento perde per sette voti e ritira i suoi rappresentanti dando inizio così ad una [[Guerra civile irlandese|guerra civile]] a cui Collins cerca in tutti i modi di opporsi, inutilmente. Morirà ucciso nella sua [[Cork (contea)|contea di Cork]] mentre tenta di incontrare il suo ex capo De Valera per porre fine alla guerra.
Utente anonimo