Paria dei cieli: differenze tra le versioni

 
== Temi e ambientazione ==
Nel romanzo si intrecciano diversi temi ricorrenti nelle opere di fantascienza dell'autore: i [[viaggio nel tempo|viaggi nel tempo]], la [[Fantascienza apocalittica e post apocalittica|Terra radioattiva]] (Schwartz ipotizza un remoto [[Guerra nucleare|conflitto nucleare]] ma solo decenni dopo Asimov ne chiarirà le cause), gli odi e le [[Razzismo|discriminazioni razziali]] (i terrestri sono emarginati e confinati[[ghetto|ghettizzati]] sulla Terra, da qui l'auto imposizione delle leggi demografiche), i [[telepatia|poteri telepatici]] (vedi il robot [[R. Giskard Reventlov|Giskard]] nel [[ciclo dei Robot]]).
 
Lo scenario temporale in cui viene proiettato il protagonista è il nono secolo dell'Era Galattica, segnato dal massimo splendore dell'Impero di [[Trantor]], un'epoca di pace e prosperità ispirata all'età augustea dell'[[Impero romano]]. Sono presenti infatti richiami evangelici con tanto di popolo perseguitato -e ribelle, governato ora da un procuratore con mandato imperiale, ora da una casta sacerdotale conservatrice, -un edpopolo in attesa di un avvento messianico. L'arrivo salvifico di Schwartz, i cuiquali poteri impongono unala pace tra i Terrestri e l'Impero, conciliano le visioni di un [[messia]] cristiano ed ebraico.
 
==Contesto scientifico e culturale==
Utente anonimo