Differenze tra le versioni di "Epicarmo"

119 byte aggiunti ,  4 anni fa
m (Annullate le modifiche di 93.48.210.222 (discussione), riportata alla versione precedente di LukeWiller)
==Biografia==
{{S sezione|biografie}}
Avvolta nel mistero la sua nascita: {{Citazione necessaria|secondo alcuni nato in [[Grecia antica|Grecia]]}} ma trasferitosi in [[Sicilia]] a [[Megara Hyblaea]] all'età di tre mesi<ref name="Diogene">[[Diogene Laerzio]], ''Vite dei filosofi'', VIII 78. Nello stesso paragrafo troviamo il luogo di nascita e di morte di Epicarmo.</ref>, {{Citazione necessaria|secondo altri sarebbe nato in [[Sicilia]], a [[Siracusa]] o nella città sicana di [[Krastos]].<ref>{{Cita web|url=http://www.treccani.it/enciclopedia/crasto_(Enciclopedia-Italiana)/|titolo=Crasto|autore=Guido Libertini|editore=|data=|accesso=}}</ref> Certamente visse a [[Siracusa]]<ref name="Diogene"/> durante i governi dei tiranni [[Gelone]] e [[Gerone I|Gerone]]. Qui trascorse la sua lunghissima vita ed iniziò la sua carriera poetica di commediografo. Gli erano attribuite più di quaranta [[commedia|commedie]], di cui ci restano solo alcuni titoli; da essi si può desumere la predilezione di Epicarmo per la [[parodia]] di [[mito|temi mitologici]], episodi dell'[[poema epico|epos]] [[Omero|omerico]], e personaggi della realtà quotidiana.
 
[[Platone]] lo ritenne il massimo rappresentante della commedia, la cui invenzione, peraltro, è a lui attribuita.<ref>[[Platone]], ''[[Teeteto]]'', [http://www.perseus.tufts.edu/hopper/text?doc=Plat.+Theaet.+152e&redirect=true 152e]</ref>. Fu inoltre ritenuto fonte di ispirazione da parte del letterato latino [[Quinto Ennio]], il quale trattò nell'opera ''Epicàrmo'' le teorie filosofiche del tragediografo stesso.<ref name="U">''Le Muse'', De Agostini, Novara, Vol. IV, pag.363</ref>
89

contributi