Apri il menu principale

Modifiche

m
nessun oggetto della modifica
Nel Seicento si stabilirono qui i [[Gesuiti]] che, di ritorno da una missione in Oriente, chiamarono la zona Macao, nome che mantenne fino al secondo dopoguerra e che è attualmente ricordato da una via del rione.
 
Con l'arrivo dei Piemontesi, anche Castro Pretorio, come gli altri rioni sorti dopo la presa di Roma, venne investito dalla febbre edilizia di fine Ottocento: sorsero immensi cantieri per la costruzione di palazzoni ministeriali di [[stile umbertino]] lungo la via XX Settembre, come il ministero del Tesoro e quello della Difesa, vennero aperte grandi arterie come [[via Nazionale (Roma)|Via Nazionale]] e [[Via Cavour (Roma)|via Cavour]], nonché la vasta piazza dell'Indipendenza con i giardini al centro e la monumentale [[piazza della Repubblica (Roma)|piazza della Repubblica]], con al centro la [[fontana delle Naiadi]] e i due grandi palazzi sabaudi porticati ai lati che ricalcano l'esedra delle Terme, sulla quale la piazza fu costruita. Venne inoltre a crearsi il nucleo originario (quello attuale risale ad una completa ricostruzione novecentesca) della [[Stazione Termini]].
 
Sempre a questo periodo risalgono importanti e lussuose strutture alberghiere come l'Albergo Quirinale e il Grand Hotel ed anche un signorile teatro, il Costanzi, oggi noto come [[Teatro dell'Opera di Roma|Teatro dell'Opera]].
25 609

contributi