Coppa diatreta: differenze tra le versioni

Cambiato nome di coppa trivulzia in Trivulzio nella didascalia.
(Nota 11: Integrazione bibliografica.)
(Cambiato nome di coppa trivulzia in Trivulzio nella didascalia.)
[[File:Coppa diatreta Trivulzio.TIF|thumb|upright=1.4|La Diatretacoppa diatreta trivulziaTrivulzio, una coppa diatreta del IV secolo, conservata al [[Museo archeologico di Milano]]]]
 
La '''coppa diatreta''' (in greco: ''diatreton''; latino: ''vas diatretum'', al plurale ''diatreta'') è una tipologia di contenitore in vetro romano di lusso, diffusosi intorno al IV secolo circa, e considerato «il pinnacolo delle potenzialità dei romani nella lavorazione del vetro».<ref>Marcus Chown, «Glass in antiquity», ''New Scientist'', 18 febbraio 1988, [http://books.google.co.uk/books?id=U-E41USJb5oC&pg=PA51&lpg=PA51&dq=Roman+%22cage+cup%22&source=bl&ots=8Ghr5pa7C4&sig=hdKyXjYOKIfC9FrFmeJzxIszuog&hl=en&ei=GVKOTLOwAdX14AbqoIWBCw&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=1&ved=0CBsQ6AEwADgU#v=onepage&q=Roman%20%22cage%20cup%22&f=false p. 51].</ref> Le ''diatreta'' consistono di un contenitore interno e di una gabbia o un guscio decorativo esterno che si distacca dal corpo della coppa, al quale resta attaccato tramite corti supporti.
Utente anonimo