Differenze tra le versioni di "Massimiliano I d'Asburgo"

→‎Matrimonio con Maria di Borgogna: collegato link direttamente alla battaglia
(→‎Matrimonio con Maria di Borgogna: collegato link direttamente alla battaglia)
Di lì a qualche anno tuttavia Carlo il Temerario morì in battaglia sotto le mura della città di [[Nancy]], che stava cercando disperatamente di riconquistare e Maria si trovò a essere l'unica erede di tutta la fortuna paterna, e in un clima così ostile che la città di Gand fece giustiziare due stretti collaboratori del defunto duca, Hugonet e Humbercourt. Circondata da nemici, primi fra tutti gli agenti e i nobili al servizio del [[re di Francia]] [[Luigi XI di Francia|Luigi XI]], Maria si chiuse con pochi servitori fedeli nella città di [[Gand]], attendendo l'arrivo di Massimiliano e dell'esercito imperiale. Dopo alcuni problemi legati a una scarsa disponibilità finanziaria (costante comune nella vita di Massimiliano), partì e giunse nei Paesi Bassi dove si ritrovò circondato dal favore popolare: nel giugno 1477 Massimiliano giunse a Gand e il 18 luglio [[1477]] sposò Maria.
 
L'arciduca si mise alla testa del suo esercito e riportò l'ordine in terra borgognona sconfiggendo Luigi XI, che aveva tentato di organizzare rivolte nelle Fiandre per ribaltare l'autorità dei giovani sposi, nella battaglia di [[EnguinegatteBattaglia di Guinegatte (1513)|Guinegatte]] del 17 agosto [[1479]]. In parte il successo fu dovuto all'abilità tattica dell'Asburgo, ma anche alla tattica militare applicata, che prevedeva la cavalleria inserita tra la fanteria<ref>O. von Habsburg, ''Carlo V'', Genova, ECIG, 1993, p.45</ref>
 
Negli anni che seguirono Massimiliano continuò a combattere per l'integrità dei territori che erano appartenuti al suocero; intanto, nel [[1478]] e nel [[1480]] erano nati i suoi due figli, [[Filippo I di Castiglia|Filippo]] e [[Margherita d'Asburgo|Margherita]]. L'adesione a uno stile di vita meno ''asburgico'' e quindi tedesco in favore di uno più ''borgognone'' e quindi imbevuto di suggestioni umanistiche, si ha proprio nella scelta del nome del primogenito, estraneo alla tradizione della casata, ma ricco di rimandi al classicismo e all'età d'oro della monarchia francese nel Medioevo. E in questo modo due nomi tipicamente Valois come Filippo e Carlo (scelta operata dal primogenito dell'imperatore per il proprio erede) passarono ad ambedue i rami degli Asburgo<ref name="O. von Habsburg, op. cit, p.25">O. von Habsburg, op. cit, p.25</ref>.
3 140

contributi