Differenze tra le versioni di "Bellas mariposas"

Aggiunta informazioni
m (→‎Collegamenti esterni: smistamento lavoro sporco e fix vari)
(Aggiunta informazioni)
 
'''''Bellas mariposas''''' è un [[film]] del [[2012]] scritto e diretto da [[Salvatore Mereu]], tratto dall'[[Bellas mariposas (racconto)|omonimo racconto]] di [[Sergio Atzeni]], edito da [[Sellerio]] nel [[1996]]. Il film, come il libro di Atzeni, racconta una giornata di due adolescenti, con tocco tanto più leggero quanto più è drammatica la vita delle protagoniste e della gente del loro rione sottoproletario<ref>[[Giulio Angioni]], ''Le ragazze farfalle di Cagliari'' , in "Gli asini", n. 14, Roma, febbraio-marzo 2013</ref>.
 
Il film è ambientato a Cagliari, nel quartiere di Sant'Elia. Nel film la protagonista, Cate, adolescente di 11 anni, spiega che il luogo in cui è ambientato il film è quello di Via Corbaglius, quartiere di Santalamenera, periferia di Casteddu, che in realtà non esiste. Tutta la storia si svolge nell'unica giornata del 3 agosto.
 
Durante tutto il film sono presenti i sottotitoli in italiano per i frequentissimi dialoghi in cagliaritano, la lingua viva e verace dei quartieri descritti. La giovane protagonista è la "regista" del film, interloquisce con il regista, con la telecamera, dialoga con la macchina da presa, in un gioco di specchi e dialoghi a vari livelli. Cate denuncia la sua fragilità di bambina, non ancora cresciuta, ma in un certo senso, costretta a farlo, dalla periferia suburbana in cui passa le sue giornate, ma da cui spera di fuggire, per fare la cantante, come dice lei, "come Valerio Scanu o Marco Carta".
 
Il regista, originario di Nuoro, trascorre un anno nella periferia di Cagliari, collaborando con due scuole medie del posto, da cui poi ha selezionato i personaggi della pellicola, giovani attori non professionisti.
 
Personaggi:
 
- Cate, protagonista, 11 anni
 
- Luna, migliore amica di Cate, vicina di casa
 
- Massimo, fratello di Cate
 
- Alex, fratello di Cate, fidanzato con Simonetta
 
- Tonio, fratello di Cate
 
- Gigi, ragazzo del quartiere, chiamato "l'innamorato mio"
 
- Mandarina, sorella di Cate, con due figli piccoli
 
- Luisella, sorella di Cate
 
- Babbo, con la pensione d'invalidità
 
- Mamma
 
- Signora Sias e Federico, coppia che abita sopra l'appartamento di Cate
 
- Coga Aleni, strega che irrompe nel quartiere, scena di svolta, spettacolo che catalizza l'attenzione
 
È stato selezionato in concorso alla sezione "Orizzonti" della [[69ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia|69ª Mostra del cinema di Venezia]].
612

contributi