Differenze tra le versioni di "Papa Stefano VII"

Qualche aggiustamento
(metto "italiano" nel Bio)
(Qualche aggiustamento)
 
=== Origini ed elezione ===
Figlio di Teudemondo<ref name=":0">{{Cita|Rendina|p. 319}}</ref><ref name=":1">{{Cita|Piazzoni}}</ref>, Stefano VII era di origine romana (nonostante il nome germanico del padre) e, prima dell'elezione, era [[Sant'Anastasia (titolo cardinalizio)|cardinale di Sant'Anastasia]]<ref name=":1" />. Non si sa quasi praticamente nulla della sua vita e, come il predecessore, fu un pontificatopontifice "di transizione.", Allaanche mortelui discelto Leone VI,da [[Marozia]] scelse Stefano in vistaattesa della successione, sul trono di Pietro, del figliodi suo figlio [[Papa Giovanni XI|Giovanni]]<ref name=":0" />. Come per i papi dell'epoca, i dati cronologici riguardo l'elezione e la consacrazione sono incerti: si oscilla tra il dicembre del 928<ref name=":0" /> e il gennaio del 929<ref name=":2">{{Cita web|url = http://w2.vatican.va/content/vatican/it/holy-father/stefano-vii--viii.html|titolo= Stefano VII|accesso = 7 novembre 2015|editore= vatican.va }}</ref><ref name=":1" />.
 
=== Pontificato ===
Come per altri papi dell'epoca, i dati cronologici riguardo l'elezione e la consacrazione sono incerti: si oscilla tra il dicembre del 928<ref name=":0" /> e il gennaio del 929<ref name=":2">{{Cita web|url = http://w2.vatican.va/content/vatican/it/holy-father/stefano-vii--viii.html|titolo= Stefano VII|accesso = 7 novembre 2015|editore= vatican.va }}</ref><ref name=":1" />.
 
==== Un papa cortigiano ====
Del pontificato di Stefano VII, non si conosce nulla di rilevante.; Benchébenché sia durato più di quello del predecessore (due anni e tre mesi circa), di Stefano VII, come riportadice [[Ferdinand Gregorovius]], che "le opere di lui ci sono affatto ignore"<ref>{{Cita|Gregorovius|p. 1}}</ref>. In realtà, dise Stefanosi VIIeccettua siil safatto che certamente concesse alcuni benefici ad abbazie e monasteri<ref name=":1" /> e che subì notevolmente l'influenza di [[Marozia]] (che da lui ottenne l'incosuetoinconsueto titolo di ''[[Senatore di Roma|senatrix Romanorum]]''). Come per Leone VI, anche Stefano VII fu considerataconsiderato una figura insignificante da parte degli storici a lui coevi: Liutprando non si degnò neanche di citarlo, passando da [[Papa Giovanni X|Giovanni X]] a Giovanni XI<ref>{{Cita|Liutprando|p. 852}}</ref>.
 
Stefano VII morì nel febbraio del 931<ref name=":2" /><ref name=":3">{{Cita|Rendina|p. 320}}</ref><ref name=":1" />. È sepolto nella [[basilica di San Pietro in Vaticano]]<ref>{{Cita|Platina|p. 236}}</ref> o, se si vuol essere più specifici, nelle [[Grotte Vaticane]]<ref name=":3" />. [[Flodoardo di Reims]] lo ricorda con quest'epitaffio:
 
Stefano VII morì nel febbraio del 931<ref name=":2" /><ref name=":3">{{Cita|Rendina|p. 320}}</ref><ref name=":1" />. È sepolto nella [[basilica di San Pietro in Vaticano]]<ref>{{Cita|Platina|p. 236}}</ref> o, se si vuol essere più specifici, nelle [[Grotte Vaticane]]<ref name=":3" />. [[Flodoardo di Reims]] lo ricorda con quest'epitaffio:
{{Citazione|Septimus hinc Stephanus binos praefulget in annos, / Aucto mense super, bisseno hoc Sole jugato, / Deposita post quod spatium sibi Sede locatur.|{{Cita|Moroni|p. 312}}|Lì Stefano Settimo risplende per due anni, con un mese cresciuto di più, poiché per dodici volte questo Sole è unito, finiti i quali, dopo questo spazio di tempo, lascia vacante la Sede.|lingua= ita|lingua2=la}}
 
 
== Bibliografia ==
 
* {{Cita libro|autore=[[Liutprando da Cremona]]|titolo=Historia Gestorum Regum Et Imperatorum Sive Antapodosis|url=http://www.documentacatholicaomnia.eu/04z/z_0922-0972__Liutprandus_Cremonensis_Episcopus__Historia_Gestorum_Regum_Et_Imperatorum_Sive_Antapodosis__MLT.pdf.html|curatore=Migne|lingua=La|cid=Liutprando|opera = Patrologia Latina}}
* {{Cita libro|autore=Ferdinand Gregorovius|titolo=Storia della città di Roma nel Medioevo|editore=Societa Editrice Nazionale|volume=1|città=Roma|anno=1900|url=https://archive.org/stream/storiadellacitt00manzgoog#page/n6/mode/2up|accesso=7 novembre 2015|oclc=14015483|cid=Gregorovius}}
1 058

contributi