Differenze tra le versioni di "Utente:Galzu/Sandbox"

nessun oggetto della modifica
|GiornoMeseMorte = dicembre
|AnnoMorte = 935
|NoteMorte = ; primissimiinizi del gennaio [[936]]
|Attività = papa
|Nazionalità =
==Biografia==
=== Origini incerte e carriera ecclesiastica ===
{{Vedi anche|Sergio III|Marozia}}Giovanni nacque, ufficialmente, da [[Marozia]] e da [[Alberico I di Spoleto]]<ref>{{Cita|Saba-Castiglioni}}</ref>, suo primo marito. La maggior parte degli studiosi e degli storici contemporanei degli eventi, propende però, propendonoper nella sosteneretesi che afferma Giovanni fosseessere nato da una relazione extra-coniugale tra il [[papa Sergio III]] e l'allora quindicenne o diciottenne [[Marozia]] (la donna nacquenata verso l'892<ref name=":0">{{Cita|Di Carpegna Falconieri}}</ref>). La fonte principale, valesu atale direevento, [[Liutprando da Cremona]], riporta così nella sua ''Antapodosis'':
{{Citazione|Morto costui [papa Giovanni X], eleggono papa lo stesso figlio di Marozia<ref>La notizia in realtà non è corretta, in quanto tra Giovanni X e Giovanni XI si sono succeduti Leone VI e Stefano VII, pontefici di levatura talmente poco significativa da essere completamente ignorati dallo storico.</ref>, di nome Giovanni, che proprio quella meretrice aveva generato da papa Sergio (III).|{{Cita|Liutprando|p. 852}}|Quo mortuo, ipsius Marotiae filium Johannem nomine, quem ex Sergio papa meretrix ipsa genuerat, papam constituunt.|lingua = Latino|lingua2 = Italiano}}
 
Liutprando,L'avversione cheda eraparte di Liutprando un(acceso sostenitore di [[Ottone I di Sassonia]]<ref>{{Cita|Pivano}}</ref>, era) chiaramentenei avversoconfronti aidei papi di quella generazione, elemento che potrebbe far propenderedubitare versodella lasua falsitàobiettività dellanel notizia.riportare Bisognala direnotizia, ma d'altro canto, che la depravazione della madre di Giovanni XI e i costumi tutt'altro che illibati di Sergio III possonosono dare aditoelementi a questafavore diceriadell'autenticità della stessa. AncheE del resto anche il ''[[Liber Pontificalis]]'', curato da [[Louis Duchesne]] nel [[XIX secolo]], riporta:
{{Citazione|Giovanni, di stirpe romana, figlio di papa Sergio...|{{Cita|Liber Pontificalis|p. 243}}|Iohannes, natione romanus, ex patre Sergio papa...|lingua = la|lingua2 = ita}}
PerÈ cui, èdunque naturalecomprensibile che gli storici e i biografi dei papi d'epoca successiva a quella di Liutpando, quali l'umanista [[Bartolomeo Sacchi|Platina]], e storici contemporanei come l'italiano [[Claudio Rendina]] e il tedesco [[Franz Xavier Seppelt]]<ref> sostengano l'ipotesi di Liutprando e del ''Liber Pontificalis''. Il Seppelt, in particolare (citato dal {{Cita|Rendina|p. 320}}{{citazione|Seppelt), afferma che "Il maldicente Liutprando non costituisce l'unica fonte sui natali illegittimi del nuovo papa, per cui questa illegittimità può essere ammessa con una certa fondatezza" (<ref>F.X. Seppelt - G. Schwaiger, ''Storia dei Papi'', Roma 1962-1964)}}</ref> sostengano l'ipotesi di Liutprando e del ''Liber Pontificalis''.
 
La relazione tra Sergio e Marozia, quindi, fu intrattenuta tra il [[907]]<ref name=":0" />, anno in cui probabilmente Marozia potrebbe aver dato alla luce Giovanni, e il [[910]]<ref name=":1">{{Cita|Piazzoni}}</ref> (altra data plausibile della nascita di Giovanni, che le fonti riportano essere morto venticinquenne nel [[935]]). Giovanni, comunque sia, non conobbe mai il padre, visto che Sergio morì nel [[911]].
 
Dal matrimonio con Alberico Marozia ebbe altri figli, ma riservò a Giovanni la carriera ecclesiastica, facendogli percorrere le tappe necessarie per diventare pontefice mentre sedevano, sul soglio pontificio, gli abulici [[Papa Leone VI|Leone VI]] e [[Papa Stefano VII|Stefano VII]].
 
 
 
 
 
 
{{Citazione|Morto costui [papa Giovanni X], eleggono papa lo stesso figlio di Marozia, di nome Giovanni, che proprio quella meretrice aveva generato da papa Sergio (III).|{{Cita|Liutprando|p. 852}}|Quo mortuo, ipsius Marotiae filium Johannem nomine, quem ex Sergio papa meretrix ipsa genuerat, papam constituunt.|lingua = Latino|lingua2 = Italiano}}
 
Liutprando, che era un sostenitore di [[Ottone I di Sassonia]]<ref>{{Cita|Pivano}}</ref>, era chiaramente avverso ai papi di quella generazione, elemento che potrebbe far propendere verso la falsità della notizia. Bisogna dire, d'altro canto, che la depravazione della madre di Giovanni XI e i costumi tutt'altro che illibati di Sergio III possono dare adito a questa diceria. Anche il ''[[Liber Pontificalis]]'', curato da [[Louis Duchesne]] nel [[XIX secolo]], riporta:
 
{{Citazione|Giovanni, di stirpe romana, figlio di papa Sergio...|{{Cita|Liber Pontificalis|p. 243}}|Iohannes, natione romanus, ex patre Sergio papa...|lingua = la|lingua2 = ita}}
 
Per cui, è naturale che gli storici e i biografi dei papi d'epoca successiva a quella di Liutpando, quali l'umanista [[Bartolomeo Sacchi|Platina]], e storici contemporanei come l'italiano [[Claudio Rendina]] e il tedesco [[Franz Xavier Seppelt]]<ref>{{Cita|Rendina|p. 320}}{{citazione|Seppelt afferma che "Il maldicente Liutprando non costituisce l'unica fonte sui natali illegittimi del nuovo papa, per cui questa illegittimità può essere ammessa con una certa fondatezza" (F.X. Seppelt - G. Schwaiger, ''Storia dei Papi'', Roma 1962-1964)}}</ref> sostengano l'ipotesi di Liutprando e del ''Liber Pontificalis''.
 
La relazione tra Sergio e Marozia iniziò, quindi, verso il [[907]]<ref name=":0" />, anno propabile in cui Marozia diede alla luce Giovanni (anche se le fonti dicono che Giovanni morì venticinquenne: pertanto, la data di nascita verrebbe spostata al [[910]]<ref name=":1">{{Cita|Piazzoni}}</ref>). Questi, comunque sia, non conobbe mai il padre, visto che Sergio morì nel [[911]]. La donna, dal matrimonio con Alberico, ebbe altri figli, ma riservò a Giovanni la carriera ecclesiastica, cui fece percorrere le tappe necessarie per diventare pontefice mentre sedevano, sul soglio pontificio, gli abulici [[Papa Leone VI|Leone VI]] e [[Papa Stefano VII|Stefano VII]].
 
=== Il pontificato (931-935) ===
1 058

contributi