Differenze tra le versioni di "Elocutio"

1 127 byte aggiunti ,  5 anni fa
amplio
m (fix)
(amplio)
Etichetta: Nowiki inseriti da dispositivo mobile
A queste quattro fasi la tradizione latina fece corrispondere rispettivamente ''[[inventio]]'', ''[[dispositio]]'', ''elocutio'' e ''[[actio]]'' (o ''pronuntiatio'') e aggiunse la fase della ''[[memoria (retorica)|memoria]]'', fra ''elocutio'' e ''actio''.<ref name=treccaniretorica/>
 
In questo contesto, l<nowiki>'</nowiki>''elocutio'' rappresenta l'elaborazione di un parlare ornato e comprende strumenti quali i [[Tropo (retorica)|tropi]] e le [[Figura retorica|figure]].<ref name=treccaniretorica/> In questo senso, l<nowiki>'</nowiki>''elocutio'' rinvia alla manipolazione e al perfezionamento prettamente linguistico di un discorso, i cui punti centrali e i cui argomenti sono stati individuati nella fase della ''inventio'' e disposti e ordinati nella ''dispositio''.<ref name=treccanielocutio>[http://www.treccani.it/enciclopedia/elocutio/ Scheda] sulla ''elocutio'', su treccani.it.</ref>
 
La retorica moderna, a partire dal [[XVI secolo]], tese a identificare l'arte oratoria con l<nowiki>'</nowiki>''elocutio'' e ciò fu anche uno dei motivi per cui la retorica in quanto tale finì per inaridirsi in una pratica del parlare ornato, di artifici e abbellimenti, raffinati ma vuoti, in quanto slegati da un palpabile contesto pratico.<ref name=treccaniretorica/>
 
Nel [[XIX secolo]], la retorica, ormai pienamente identificata con l'arte del parlare ornato che era l<nowiki>'</nowiki>''elocutio'', era caduta in disgrazia e fu in quel periodo che il sostantivo ''retorica'' e l'aggettivo ''retorico'' assunsero quel carattere dispregiativo che hanno poi conservato nel tempo.<ref name=treccaniretorica/>
 
==Note==
111 248

contributi