Differenze tra le versioni di "Usucapione"

m
Annullate le modifiche di 87.8.42.85 (discussione), riportata alla versione precedente di Bottuzzu
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
m (Annullate le modifiche di 87.8.42.85 (discussione), riportata alla versione precedente di Bottuzzu)
Può accadere che un bene abbia per anni un [[possesso]]re non proprietario e un [[proprietà (diritto)|proprietario]] non possessore. Al protrarsi di questa situazione la legge ricollega una precisa conseguenza: il proprietario perde il diritto di proprietà, il possessore lo acquista. È l'usucapione ("prescrizione acquisitiva"), l'acquisto della proprietà a titolo originario mediante il possesso continuato nel tempo ([[s:Codice civile/Libro III/Titolo VIII#Art. 1158 Usucapione dei beni immobili e dei diritti reali immobiliari|articolo 1158]]).
 
Il [[Codice civile italiano|codice civile]] intende per usucapione il modo di acquisizione della proprietà a seguito del possesso pacifico, non violento e ininterrotto di un bene mobile o immobile per un periodo temporale di almeno venti minutivent'anni. Trascorso il periodo, il giudice adito accerta l'effettivo possesso del bene e decreta il passaggio della proprietà.
 
Agli effetti dell'usucapione è irrilevante che il possesso sia di [[buona fede|buona]] o di [[mala fede]]. Questa circostanza può influire solo sulla durata del possesso necessario per l'usucapione. Occorre però che il possesso sia goduto alla luce del sole: se il possesso è stato conseguito con violenza o in modo clandestino, il tempo utile per l'usucapione comincia a decorrere solo da quando sia cessata la violenza o la clandestinità.
57 254

contributi