Apri il menu principale

Modifiche

[[File:Olympic Flame Varese 10307511.jpg|thumb|left|upright=0.7|La torcia di [[Torino 2006]]]]La torcia per le [[Giochi della XIV Olimpiade|Olimpiadi di Londra]] del [[1948]] fu progettata dall'architetto Ralph Lavers. Il suo design classico con un lungo manico ricoperto da una ciotola cilindrica è riapparso in molti disegni di torcie successive. La torcia utilizzata per il tratto finale allo stadio e l'accensione del braciere spesso è di un design diverso. Questa torcia infatti non ha la necessità di durare per una lunga distanza o di resistenza agli agenti atmosferici delle altre torce, ma piuttosto deve avere una fiamma spettacolare per la cerimonia di apertura. Alle [[Giochi della XVI Olimpiade|Olimpiadi di Melbourne]] del [[1956]], il magnesio/alluminio nel carburante utilizzato per la torcia finale la rese certamente spettacolare la fiamma, la quale però riuscì a ferire il suo titolare. I tedofori furono bruciati anche dalla torcia a combustibile solido in [[Giochi della XIX Olimpiade|Messico]] [[1968]]. Il carburante utilizzato per la torcia è variato nel tempo. Le prime torce utilizzavano combustibili solidi o liquidi, tra cui l'olio d'oliva. Per una fiamma particolarmente brillante, sono stati utilizzati anche composti pirotecnici e metalli. Dai [[Giochi della XX Olimpiade|Giochi di Monaco]] del [[1972]], la maggior parte delle torce ha invece usato un gas liquefatto come propilene o una miscela di propano/butano. Questi sono facilmente controllabili e danno una fiamma luminosa e vivace. Il numero di torce usate per un'olimpiade è diverso, per esempio, 22 per [[Giochi della XV Olimpiade|Helsinki]] [[1952]], 6 200 per [[Giochi della XXII Olimpiade|Mosca]] [[1980]] e 8 000 per [[Giochi della XXX Olimpiade|Londra]] [[2012]]. In transito, la fiamma a volte viaggia in aereo. È usata una versione di sicurezza, la cosiddetta lampada del minatore. Queste lampade sono utilizzate anche durante la staffetta, come back-up nel caso in cui la torcia principale si spengnesse. Più volte la torcia è stata fatta passare anche attraverso l'acqua: a [[X Giochi olimpici invernali|Grenoble]] [[1968]] è stata condotta attraverso il porto di [[Marsiglia]] da un subacqueo tenendolo in alto sopra l'acqua. Nel [[2000]], un chiarore subacqueo è stato utilizzato da un subacqueo attraverso la [[Grande barriera corallina|Barriera corallina]] in rotta verso i Giochi di [[Giochi della XXVII Olimpiade|Sydney]]. Nel [[2012]] è stata trasportata in barca attraverso porto di [[Bristol]], nel [[Regno Unito]], e sulla parte anteriore di un treno della [[metropolitana di Londra]] a [[Wimbledon]]. L'ultima torcia per le olimpiadi estive è stata progettata da Edward Barber e Jay Osgerby per il Giochi di Londra 2012. Nonostante una risposta profondamente cinica al logo e mascotte dei Giochi di Londra, questo design della torcia sembra essere stato ben accolto nel Regno Unito ed a livello internazionale, sebbene qualcuno l'abbia rinominata "grattugia".
 
==ILe varivarie bracieriTorcie delle Olimpiadi==
===Giochi olimpici estivi===
 
Utente anonimo