Differenze tra le versioni di "Leonardo Gallitelli"

Annullata la modifica 81396870 di 95.224.166.82 (discussione)
(Annullata la modifica 81396870 di 95.224.166.82 (discussione))
Tra le reazioni alla sua nomina si segnala quella dell'allora [[Ministro della Difesa]], [[Ignazio La Russa]], ha detto: "''È stata una scelta molto difficile perché erano più d'uno i generali allo stesso livello di grado e di capacità ed è stato duro scegliere. È stata una scelta ponderata, su mia proposta, accolta con soddisfazione da tutto il Consiglio dei Ministri, che ha espresso grande apprezzamento verso il nuovo comandante generale dell'Arma Leonardo Gallitelli''"<ref>notizia su [http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=307251 carabinieri.it]</ref>. I responsabili Difesa e Sicurezza del [[Partito Democratico (Italia)|Partito Democratico]], [[Roberta Pinotti]] e [[Marco Minniti]] esprimono ''"Grande apprezzamento per la nomina a comandante generale dei Carabinieri, una scelta eccellente per competenza ed esperienza. Siamo certi che il generale Gallitelli saprà svolgere al meglio il delicato compito al quale è stato chiamato"''.
 
Termina il suo servizio il 16 gennaio [[2015]]Iquando passa le consegne al suo successore, il generaleenerale [[Tullio Del Sette]] <ref>DPR name=":0">http:29/12/www2014.governo.it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-118/4851</ref>.
 
=== Incarichi successivi ===
Il 15 settembre [[2015]] Leonardo Gallitelli è nominato Responsabile dell'Ufficio Antidoping. Ad annunciarlo il presidente del CONI Giovanni Malagò al termine della riunione di giunta svoltasi a Torino. "Si tratta di una persona di grande credibilità, referenza e curriculum", ha sottolineato Malagò aggiungendo che la nomina è stata condivisa dal premier [[Matteo Renzi]] e dal ministro della Salute Lorenzin. Il Nado-Italia è l'organo nato in seguito all'accordo quadro tra CONI e NAS dei Carabinieri sottoscritto a febbraio ed attivo da maggio scorsi.
 
Il 31 maggio 2016 viene nominato Cancelliere dell’Ordine “Al merito della Repubblica italiana”<ref name=":0" />.
 
== Onorificenze ==
Utente anonimo