Differenze tra le versioni di "Wilhelmine Enke"

m
Bot: Migrating 8 interwiki links, now provided by on Wikidata on Q70769; modifiche estetiche
(Nuova pagina: {{Bio |Nome = Wilhelmine Enke, contessa von Lichtenau |Cognome = |Sesso = F |LuogoNascita = Potsdam |GiornoMeseNascita = 29 dicembre |AnnoNascita = 1753 |LuogoMorte =...)
 
m (Bot: Migrating 8 interwiki links, now provided by on Wikidata on Q70769; modifiche estetiche)
}}
 
== Biografia ==
Era la figlia di Johann Elias Enke, un musicista da camera al servizio del re [[Federico Guglielmo II di Prussia]].
 
== Amante reale ==
Wilhelmine incontrò il principe ereditario Federico Guglielmo nel [[1764]]. Il re preferiva che il principe ereditario mantenesse un rapporto con lei, piuttosto che avere rapporti con donne straniere, e nel [[1769]] ne divenne l'amante ufficiale. La coppia ebbe cinque figli<ref>[http://www.thepeerage.com/p6751.htm#i67510 ''Wilhelmine Enke'' in: thePeerage.com] [retrieved 10 May 2014].</ref>, di cui solo uno è sopravvissuto fino all'età adulta<ref name="pot">«Wilhelmine Enke, the later Countess of Lichtenau». Discover Potsdam. Accessed 20/05/12.</ref>:
 
Nel [[1782]] Federico Guglielmo le organizzò il suo matrimonio con il suo consigliere e ciambellano Johann Friedrich Rietz (1755-1809), ma il rapporto tra Wilhelmine e Federico Guglielmo continuò.
 
Si è dibattuto se Wilhelmine cooperasse con [[Johann Rudolph von Bischoffswerder]] e [[Johann Christoph von Wöllner]] per mantenere il monarca sotto il loro controllo. A Wilhelmine gli è stato concesso il titolo di '''contessa von Lichtenau''' nel [[1794]]<ref name="enke">Taberner, Stuart (2011). The Novel in German Since 1990. Cambridge, England: Cambridge University Press. pp. 101. ISBN 9780521192378978-0-521-19237-8</ref>.
 
Dopo la morte di Federico Guglielmo nel [[1797]], Wilhelmine fu esiliata e i suoi beni confiscati, anche se gli venne concessa una pensione. Nel [[1802]] al [[1806]], è stata sposata con il drammatico Franz Ignaz Holbein, di 26 anni più giovane di lei. Nel [[1811]], [[Napoleone Bonaparte|Napoleone]] gli ha permesso di tornare a [[Berlino]].
 
== Eredità ==
Wilhelmine, conosciuta popolarmente come "bella Wilhelmine", è strettamente associata al [[Marmorpalais]] a [[Potsdam]].
 
Era un personaggio principale del romanzo di [[Ernst von Salomon]], ''Die schöne Wilhelmine'', che è stato anche trasformato in un serial televisivo nel [[1984]]<ref>{{Cite web|author=[[Louis Ferdinand, Prince of Prussia|Louis Ferdinand]]|date=28 April 1965|url=http://www.spiegel.de/spiegel/print/d-46272434.html|title=Geliebt, geformt|work=[[Der Spiegel]]|accessdate=5 giugno 2015}}</ref><ref>{{Cite web|url=http://www.filmportal.de/film/die-schoene-wilhelmine_0f3044065f114672bf4f725b1b122084|title=Die schöne Wilhelmine|work=Filmportal.de|publisher=[[Deutsches Filminstitut]]|accessdate=5 giugno 2015}}</ref>.
 
== Note ==
<references/>
 
== Altri progetti ==
{{Commons|Category:Wilhelmine von Lichtenau}}
 
 
[[Categoria:Amanti di sovrani tedeschi|Wilhelmine]]
 
[[bg:Wilhelmine von Lichtenau]]
[[de:Wilhelmine von Lichtenau]]
[[el:Βιλελμίνε φον Λίχτεναου]]
[[en:Wilhelmine, Gräfin von Lichtenau]]
[[es:Wilhelmine von Lichtenau]]
[[hu:Wilhelmine von Lichtenau]]
[[ru:Лихтенау, Вильгельмина фон]]
[[sv:Wilhelmine von Lichtenau]]
15 912

contributi