Apri il menu principale

Modifiche

m
., Riordino portali
Le caratteristiche principali dello Stato autoritario sono:
 
* Abolizione dello Stato di diritto dei principi di legalità. L'attività del potere pubblico viene esercitata al di sopra della legge e senza garanzie per i cittadini. Il ''Capo'' ed i vertici dello Stato, non sottostanno a nessun organo di controllo, quindi non è possibile alcun accertamento delle responsabilità dell'operato dei vertici del regime.
* Limitazione dei diritti individuali fondamentali, come: la libertà personale, di parola, di manifestazione del pensiero, di libertà di stampa.
 
* Limitazione del pluralismo politico. Viene esercitata la repressione di qualsiasi forma di dissenso con il divieto di costituire associazioni o organizzazioni private, diverse da quelle espressamente autorizzate, e la creazione di un partito unico
*Limitazione dei diritti individuali fondamentali, come: la libertà personale, di parola, di manifestazione del pensiero, di libertà di stampa.
* La soppressione della libertà sindacale.
 
* La sostituzione degli organi elettivi, con organi di nomina governativa.
*Limitazione del pluralismo politico. Viene esercitata la repressione di qualsiasi forma di dissenso con il divieto di costituire associazioni o organizzazioni private, diverse da quelle espressamente autorizzate, e la creazione di un partito unico
* L'accentramento statale, strutturando un apparato burocratico, basato su rigidi principi gerarchici.
 
*La soppressione della libertà sindacale.
 
*La sostituzione degli organi elettivi, con organi di nomina governativa.
 
*L'accentramento statale, strutturando un apparato burocratico, basato su rigidi principi gerarchici.
 
Una delle definizioni più famose di autoritarismo è quella di [[Juan José Linz]], il quale afferma che sono autoritari tutti quei regimi politici “con pluralismo politico limitato; senza la guida di un'ideologia elaborata, ma con mentalità caratteristiche; senza un'estesa e intensa mobilitazione politica, salvo che in alcuni momenti del loro sviluppo; con un leader, o talvolta un ristretto gruppo dirigente, che esercita il potere entro limiti formalmente mal definiti, ma in realtà abbastanza prevedibili.” Emergono evidenti, da questa definizione, quattro caratteristiche fondamentali dei regimi autoritari: il [[pluralismo]] politico limitato (a differenza dell'antipluralismo totale dei regimi totalitari), il carattere ideologico più legato ad una mentalità che ad un'ideologia forte vera e propria; la scarsa mobilitazione politica; l'esercizio del [[potere]] legato ad una forte leadership personale o di élite. A queste quattro caratteristiche, infine, bisogna aggiungerne una quinta, legata ai connotati strutturali di un regime: ad esempio, è necessario capire come il ruolo dei partiti (se presenti) o del singolo partito, nonché il ruolo dei militari, influenzino la vita politica del dato regime autoritario.
 
{{Forme di Stato e di Governo}}
{{portale|fascismo|politica|storia|fascismo}}
 
[[Categoria:Forme di governo]]
102 813

contributi