Differenze tra le versioni di "Umanesimo secolare"

nessun oggetto della modifica
m (Bot: parentesi quadre automatiche nel template {{nota disambigua}})
{{nota disambigua|il movimento culturale e letterario del Quattrocento|Umanesimo}}
 
L''''umanesimo secolare''' o '''umanismo secolare''' è una filosofia [[Umanismo|umanista]] che sostiene la [[ragione]], l'[[etica]] e la [[giustizia]] e specificamente rifiuta il [[soprannaturale]] e [[spiritualità|spirituale]] come base per le decisioni e della riflessione morale. Come altri tipi di umanismoumanesimo, l'umanesimo secolare è una visione del mondo che si focalizza sul modo in cui gli esseri umani possono condurre vite buone, felici e funzionali. Nonostante postuli la capacità etica e morale dell'uomo non lo considera intrinsecamente buono e neppure lo presenta come superiore o esterno alla natura. Enfatizza la sua responsabilità e le conseguenze etiche delle sue decisioni. Il concetto di Umanesimo secolare è fondamentalmente legato all'idea che le ideologie - religiose o politiche - devono essere esaminate individualmente invece che basandosi sulla fede. Questo fa dell'Umanesimo secolare una continua ricerca della verità basata soprattutto sulla scienza e la filosofia.
 
Il termine "Umanesimo secolare" fu coniato nel [[ventesimo secolo]] per porre una netta distinzione dall'"[[umanesimo religioso]]". Un concetto correlato è "umanesimo scientifico", che il biologo [[Edward O. Wilson]] afferma essere "l'unica visione del mondo compatibile con la crescente conoscenza da parte della [[scienza]] del mondo reale e delle leggi naturali.<ref>In ''Harvard Magazine'' December 2005, p. 33.</ref>
82

contributi